Un giorno come tanti

image

All’inizio credevo fosse il solito thriller americano, con un evaso che prende in ostaggio madre e figlio pur di non farsi catturare, uno di quei film dello stesso genere che, visto il primo, sai già quali cliché toccheranno e come andranno a finire… E invece no, perché questa pellicola di Jason Reitman segue alla perfezione lo stile di quelle che l’hanno preceduta.

Come in Thank you for smoking e in Juno, la trama superficiale di Un giorno come tanti è fuorviante per quanto riguarda la piega che prende l’intera storia ed è così che, con lo scorrere dei minuti, si passa dal considerarlo (erroneamente) un thriller a capire che in realtà è un film sì drammatico, ma non uno di quelli che ti mandano in paranoia. Nonostante un quasi finale amaro, l’epilogo è agrodolce e ti lascia negli occhi e nel cuore una sensazione positiva, come se anche di fronte a un ineluttabile condanna la vita possa ancora riservare delle belle sorprese. Ti ricorda che c’è del buono anche in chi, di buono, sembra non avere nulla e che spesso ad essere “cattive” sono le persone che, a causa delle loro circostanze, dovrebbero dimostrare più umanità.

Se una sera non avete nulla da fare e non vi va nemmeno di uscire, ricordatevi di questo film e vedrete che passerete comunque una bella serata!

Aspetto i vostri commenti 😊

Annunci

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...