Tempi in attesa

Giorni in po’ in sordina, passati a studiare per gli esami in università. Libri su libri, ore che scivolano lente e la schiena che assomiglia sempre più a una duna, spalle a forma di gobba. Distrazioni non sono permesse, ma ritagliate a fatica e si perdono tra le pagine di un manuale d’arte. Hanno il sapore, ricordano la cioccolata calda d’inverno. Tutto tace, i pensieri sfilano allacciati gli uni agli altri senza distinzione, diventano massa, identica a quella delle nozioni assimilate. Negli occhi resta un’unica immagine, l’ultima analizzata:

image

Studiando Andy Warhol (sottofondo Regina Spektor – Blue Lips)

Personal Jesus

Già l’originale dei Depeche Mode merita, ma la versione mezza acustica di Johnny Cash secondo me è imbattibile! Il pezzo giusto se ci si vuole rilassare…

I will deliver
You know I’m a forgiver
Reach out and touch faith
Reach out and touch faith

Reading Challenge 2015: challenge accepted!

imageIeri sera girovagavo sul lettore di wordpress e quasi per caso mi è capitato sotto gli occhi un articolo del blog esetidicessiche, a sua volta ribloggato da salottodeilibri. Un articolo che, da bibliofila quale sono, non potevo farmi scappare!

La Reading Challenge 2015 è, come intuibile dal nome, una gara di lettura che sfida il lettore a leggere un libro (scelto ovviamente da chi legge) per ognuna delle 50 categorie che compongono la lista nel corso di quest’anno. Un numero importante e sicuramente difficile da raggiungere, vuoi perché non sempre si ha il tempo dati gli impegni, vuoi perché a volte si preferisce fare altro, ma è un’iniziativa interessante e stimolante, non solo per chi ha la passione della lettura, ma anche per le persone che hanno uno spirito competitivo. Una sfida è pur sempre una sfida!

Io ho deciso di partecipare e tra le numerose categorie, ne ho già scelte alcune. Certo un libro potrebbe rientrare in più categorie ma sta a noi scegliere quali obiettivi rispettare. Di tanto in tanto vi aggiornerò su come procede la mia sfida personale.

E voi? Vi piace l’idea?

Che decidiate di partecipare o no, buon anno di lettura a tutti 🙂

 

Terrorismo islamico e stragi di neuroni occidentali

Non avrei saputo dirlo meglio! Salviamo questi nostri poveri neuroni

Il nuovo mondo di Galatea

2015/01/img_0810.jpg

View original post