Potrebbe piovere #7 : Limitless

Buongiorno e buon Lunedì.

Quest’oggi per Potrebbe piovere ci troviamo di fronte a qualcuno che non ha veramente nessun limite, può fare qualsiasi cosa. Cosa fareste voi se vi trovaste al suo posto?

Coraggio-tattoo

Locandina

locandinapg2

Informazioni generali

TitoloLimitless
Titolo originaleLimitless
Regia: Neil Burger
Anno: 2011
Genere: Thriller, fantascienza
Lingua: Inglese
Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Soggetto: Alan Glynn (romanzo)
Sceneggiatura: Leslei Dixon

Trama

Eddie Morra è uno scrittore in crisi depressiva, incapace di cominciare il primo romanzo che gli è stato commissionato. Per questa sua tendenza all’autocommiserazione e al boicottaggio autoindotto, la fidanzata decide di lasciarlo. Lo stesso giorno incontra per caso Vernon, il fratello della donna con cui è stato sposato per poco tempo molti anni prima. Per placare i suoi tormenti, Vernon, che è un ex-spacciatore, gli offre un farmaco in via di licenza in grado di aumentare le capacità dei recettori neuronali ed attivare tutte le aree del cervello. Il farmaco ha subito un effetto incredibile su Eddie, facendogli non solo recuperare l’autostima perduta ma anche tutti i ricordi più distanti e reconditi. Quando l’effetto svanisce, decide di tornare subito da Vernon per farsi dare altre pillole, ma una volta raggiunto il suo appartamento, trova l’ex-cognato morto sul divano, ucciso da qualcuno interessato allo stesso farmaco. Tratto dal romanzo The Dark Fields di Alan Glynn.

Cast

  • Bradley Cooper è Eddie Morra
  • Robert De Niro è Carl Van Loon
  • Abbie Cornish è Lindy
  • Andrew Howard è Gennady
  • Anna Friel è Melissa
  • Johnny Whitworth è Vernon Gant
  • Robert John Burke è Pierce
  • Darren Goldstein è Kevin Doyle
  • Ned Eisenberg è Morris Brandt
  • Richard Bekins è Hank Atwood
  • Patricia Kalember è Mrs. Atwood

Trailer

Parere

Il cervello è un organo veramente incredibile. Può fare veramente di tutto, ma purtroppo ne sfruttiamo solo il 20%. Ed ecco che questa pellicola ci mostra quali sono le sue vere potenzialità se accuratamente stimolato e indirizzato.
L’idea di partenza è fenomenale, ma di questa va dato credito a Alan Glynn per averne fatto un romanzo. Quello che però aggiunge la pellicola di Burgen è la “caleidoscopicità” (passatemi il termine) degli effetti applicati ai fotogrammi, che paragonano il cervello e la percezione umana al cinema e alla sua macchina da presa. C’è un filo che unisce queste due coppie di elementi e il film li dispiega sapientemente: la visione della memoria come flashback e del primo piano come focalizzazione. Cinema (anche se qui si parla più di quello commerciale) e cervello funzionano allo stesso modo, potrebbero dare il massimo ma si accontentano della mediocrità e del loro sopravvivere, piuttosto che dare il massimo.
Questa similitudine, oltre che dalle percezioni e dalle battute del protagonista, è resa attraverso i giochi di luce, cosicché anche chi guarda si trova in qualche modo sotto l’effetto della stessa droga, percepisce la differenza tra il prima e il dopo e gli effetti dell’NZT si rendono espliciti nella distorsione del tempo avvertita da Eddie Morra, ma anche da quella visiva dello spettatore. I colori, da grigi, diventano sgargianti, luminosi e vivi, visti nella loro pienezza, e questo si riflette anche su Bradley Cooper, che cambia radicalmente, sia come persona che nell’abbigliamento.

La sua parte funziona bene, è più che convincente, anche se trovo strano che, stimolando il cervello in questo modo, si riesca a fare proprio tutto, anche cose che non immagineremmo mai… Però il senso è proprio poter andare oltre i limiti fino a non averne più e Bradley Cooper è bravo a farlo!
La parte che meno mi è piaciuta è il finale, ma non vi coinvolgo nelle mie riflessioni causa spoiler, eppure è un buon film, interessante e emozionante, che sfiora una gran varietà di generi (come ogni film commerciale che si rispetti). Un consiglio: non guardatelo prima di esami o incarichi di lavoro importanti, perché andrete disperatamente alla ricerca di una dose di NZT (ebbene sì, ho pensato “Perché non esisti?!”)!

Voto

Coraggio-tattoo

Domandina: se esistesse una droga simile, la usereste? La mia risposta la sapete già, ma io sono ansiosa di leggere i vostri commenti 😊

Vi do appuntamento a domani con Singing in the Rain 💋

Advertisements

6 pensieri su “Potrebbe piovere #7 : Limitless

  1. Ho paura delle dipendenze, quindi ci penserei bene su prima di prenderne.. Poi vabé le dipendenze alla fine si creano lo stesso certe volte e nemmeno te ne accorgi, ma se posso evitare, evito 🙂
    Invece il nome del film me lo segno, credo che mi piacerà!

    Liked by 1 persona

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...