Recensione “Solo una storia d’amore e di troppe paturnie – Volume 2” di Momi Gatto

Buongiorno 😄 Oggi vi propongo una nuova recensione legata a un libro davvero importante per il blog, quella del seguito di Solo una storia d’amore e di troppe paturnie di Momi Gatto, la prima recensione a un esordiente fatta su On Rainy Days!! 

Coraggio-tattoo

Info

IMG_0230Titolo
Solo una storia d’amore e di troppe paturnie – volume 2
Autore
Momi Gatto
Collana
La trilogia delle paturnie – volume 2
Editore
Youcanprint
Anno
2015
Genere
Romanzo rosa
Formato
Ebook
Pagine
496
Prezzo
2,99€
Link acquisto
Amazon ~ Kobo ~ Google Libri ~ Mondadori ~ iBooks Store

Trama

In Solo una storia d’amore e di troppe paturnie, Giulia e Davide si sono incontrati, sono diventati amici e, ognuno coi propri tempi, hanno scoperto di amarsi. In questo secondo capitolo della “Trilogia delle paturnie”, li vediamo gestire gli inizi del loro rapporto… una gestione che non sempre li trova sulla stessa lunghezza d’onda.

Solo una cosa potrebbe aiutarla nello scontro epico coi suoi timori, ascoltare senza filtri ciò che le dice Davide. Invece Giulia propende per i classici piedi di piombo imbrigliando sentimenti e impulsi, ma farlo con uno come lui si rivela presto impossibile. La schiettezza del pallanuotista, unita alle continue stoccate mirate a farle abbassare la guardia, la convincono ad abbandonare il lato oscuro delle paranoie. Peccato però che, nonostante lui ci si avvicini in modo quasi indecoroso, il ragazzo perfetto non esista. Detto ciò, alzi la mano chi non ha scambi di vedute col proprio innamorato, chi non ci litiga, chi non ha avuto una crisi… autorizzata o meno che fosse. Riuscirà il caratterino caparbio e frizzante della nostra protagonista a sostenerla nel tenere testa a quel turbine senza freni che è il suo fidanzato?
Il punto di vista di Davide ha qui un po’ più spazio, per permettervi di comprendere come ragiona e farvi aumentare l’infatuazione per lui… oppure la voglia di prenderlo a calci, chissà. Anche gli amici sono più presenti, pronti a intervenire bruscamente o meno quando il cervello dell’una o dell’altro rischia di implodere causa sovraccarico di emozioni.

Parere

Giulia e Davide sono tornati, sì, ma come coppia questa volta e il secondo volume è un viaggio movimentato proprio all’interno del loro rapporto.
Prima di raccontarvi cosa mi è piaciuto di questo secondo volume della Trilogia delle paturnie devo, per forza, accennare agli aspetti più “negativi”. Per quanto la storia sia bella e coinvolga, leggendo si avverte il bisogno di una revisione più approfondita da parte dell’autrice. Si ha la sensazione di una narrazione ancora grezza, che ha quindi bisogno di essere rivista e rimaneggiata (non solo per i refusi) ancora un po’, e questo rischia di rendere meno bella e interessante la lettura.
Ora che ho terminato con la parte critica, passiamo alle cose serie!
Come in Solo una storia d’amore e di troppe paturnie, chi ci accompagna nella storia è Giulia ed è attraverso i suoi occhi che viviamo per la maggior parte del tempo questo rapporto così importante e al contempo strano che ha con il bel Davide Monti. Lei è la stessa del primo volume, divertente, testarda e caparbia come poche persone, ma questo suo carattere così determinato viene messo a dura prova dalla velocità con cui la relazione si evolve, in un turbinio di paturnie e viaggi mentali di cui solo le può essere capace. Certe volte ho sentito il bisogno di poterle dire “Giulia rilassati!!” perché, se nel primo capitolo le paranoie sono condivisibili, qui compaiono anche per dettagli che forse non le meritavano, poi però ho pensato che è questo che rende particolare Giulia, il suo essere sicura su tutto tranne che su Davide e l’effetto che ha su di lei. Le paturnie allora sono d’obbligo.
Dicevo che viviamo la storia attraverso Giulia, ma la maggior parte del tempo non comprende tutti i capitoli e infatti in alcuni di questi è Davide a mostrare il suo punto di vista. Se con Giulia lo vediamo (quasi) perfetto, i pensieri di questo adone del settebello lo riportano a un livello umano: Davide è un ragazzo come tutti gli altri, ha le sue paure e commette errori come ogni altro essere umano su questa Terra. Ed è nello scoprire le sue imperfezioni che ho apprezzato un po’ di più il suo personaggio; non condivido né giustifico le sue scelte e le motivazioni, ma posso capirlo.
Mi sono affezionata a loro due, ma anche alla compagnia di amici che fa da contorno, perché è ciò che li tiene in sesto e sulla giusta traiettoria.
Tra una paturnia e uno scontro, è un romanzo in cui non manca il divertimento, elemento che lo rende scorrevole e ci fa arrivare all’ultima pagina in un batter d’occhio.

Voto

Coraggio-tattoo

Io voglio ovviamente sapere come continuerà, perché mi sono affezionata a tutti questi personaggi, ma aspetto come sempre le vostre impressioni, sia che lo abbiate letto, sia che rientri (o no) nei romanzi che preferite 😄

A presto 💋

Annunci

3 pensieri su “Recensione “Solo una storia d’amore e di troppe paturnie – Volume 2” di Momi Gatto

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...