Segnalazione “INDIA – Complice il silenzio” di Luca Buonaguidi

Rieccomi! Oggi una toccata e fuga per farvi una segnalazione veloce veloce. Il protagonista “INDIA – Complice il silenzio” di Luca Buonaguidi, edito da Italic Pequod.

Coraggio-tattoo

Info

Luca Buonaguidi, INDIA - Complice il silenzio (Copertina #2)Titolo
INDIA – Complice il silenzio
Autore

Luca Buonaguidi
Editore:
Italic Pequod
Anno
2015
Genere
Racconto di viaggio, poesia
Pagine
68
Prezzo
10€
Link
Italic Pequod

Trama

India – Complice il silenzio è un diario di viaggio in versi, la testimonianza di un’esperienza – come la chiamava Moravia, “l’esperienza dell’India” –, un viaggio di cinque mesi compiuto nel 2013 da Luca Buonaguidi, da solo e via terra attraverso Sri Lanka, India, Bhutan, Nepal, Tibet e Kashmir. Un incontro tra la letteratura di viaggio e la poesia, in cui i versi si offrono al servizio della geografia dell’India e dell’anima e viaggiano con l’autore attraverso il subcontinente indiano. Nicolas Bouvier ha scritto: “se non si lascia al viaggio il diritto di distruggerci un po’ tanto vale restare a casa”. Così il sottotitolo – Complice il silenzio – allude a una voce poetica fievole, dimessa e impermanente come l’India che osserva, immersa nel fascino eterno di culture abitate dal primordiale, cui l’autore ha posto il verso a cassa di consonanza di senso e, appunto, silenzio: ora un silenzio affine a ciò che San Giovanni della Croce descrive come “distacco interno da tutte le cose”, ora un risveglio “da questo sogno di separatezza” cui alludono le Upaniṣad. All’interno dell’opera alcune fotografie del viaggio concorrono nel restituire “un’idea dell’India”; a chiudere il volume una lettera di Giulia Niccolai all’autore, sul libro e sull’esperienza dell’India e della poesia.

L’autore

Luca Buonaguidi (Pistoia, 1987) vive in un piccolo paese dell’Appennino tosco-emiliano.
Ha pubblicato i volumi di poesia I giorni del vino e delle rose (Fermenti, 2010) e Ho parlato alle parole (Oèdipus, 2014), ha curato Franti. Perché era lì – Antistorie da una band non classificata (Nautilus, 2015) scritto col collettivo Cani Bastardi, un suo racconto compare ne La sagra è vicina (Beltempo, 2013) e ha partecipato al disco Approdi. Avanguardie musicali a Napoli – Volume I (KonSequenz, 2015). Scrive di musica, cinema e letteratura per varie riviste online e suoi testi sono apparsi su riviste di letteratura e poesia. Raccoglie le sue scritture sul blog www.carusopascoski.com.

Annunci

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...