Potrebbe piovere #36 : Joy

Buongiorno 😄 e benvenuti a un nuovo Lunedì in compagnia di Potrebbe piovere!

Jennifer Lawrence è un’attrice perciò la scelta per quest’oggi era davvero varia. Tuttavia mi sono lasciata tentare dal suo ultimo progetto e sapete una cosa, mi è davvero piaciuto! Perciò basta giro di parole 😁

Coraggio-tattoo

Info

locandinaTitolo
Joy
Regia

David O. Russell
Anno

2015
Genere
Drammatico, biografico, commedia
Lingua
Inglese
Paese di produzione
Stati Uniti d’America
Soggetto
Annie Mumolo, David O. Russell
Sceneggiatura
David O. Russell

Trama

Joy è una ragazza modello con spirito di iniziativa e capacità creative, castrate però da una vita difficile. Divorziata con due figli, lavora nel servizio a terra di una compagnia aerea dove la costringono a fare il turno di notte. Vive in una casetta indipendente insieme alla madre, perennemente incollata al televisore a guardare telenovelas, all’ex marito, aspirante cantante sudamericano che si è piazzato nel seminterrato e non contribuisce alla vita familiare, alla nonna Mimi, l’unica che l’ha sempre stimolata e aiutata anche nelle faccende pratiche, e al padre, la cui nuova campagna metterà Joy di fronte alla possibilità di brevettare e mettere in commercio una sua invenzione.

Cast

  • Jennifer Lawrence è Joy Mangano
  • Robert De Niro è Rudy Mangano
  • Bradley Cooper è Neil Walker
  • Édgar Ramírez è Tony Miranne
  • Diane Ladd è Mimi
  • Virginia Madsen è Terry
  • Isabella Rossellini è Trudy

Trailer

Parere

Ultimamente Jennifer Lawrence sta facendo molti film che si rivelano essere non solo belli, ma anche profondi e ricchi di significato. Niente a che vedere con la serie di Hunger Games, che comunque ha il suo bel carico di importanza.
Con Joy si spalanca ancora di più l’aspetto umano nella narrazione di una storia e questo film, ripercorrendo l’ascesa di Joy Mangano, racconta la forza di volontà e il genio necessari a risollevare una persona dalla disperazione e dall’insofferenza verso una vita non gratificante e straripante di problemi.
Ripercorre non solo la vita di questa donna così brillante e forte, ma anche una parte della storia delle donne americane, incastrate tra la vita domestica e una ristretta opportunità di costruirsi una carriera, negli anni in cui iniziano a diffondersi le telenovela ultradecennali e i canali di televendita che ormai fanno parte della nostra cultura (purtroppo). La ricostruzione di questi aspetti è ben fatta e funziona bene, tanto quanto la scelta dei costumi, degli ambienti e del cast.
Ciò che rende un film qualcosa di più che buono è sicuramente la scelta degli attori che interpreteranno i diversi personaggi e per la terza volta David O. Russell si affida al trio Lawrence-Cooper-De Niro che tanto gli piace e mi piace. Questi tre, che hanno lavorato molto insieme anche in altri film, riescono a rendere unici e indimenticabili tre personaggi molto diversi tra loro. De Niro è il padre di Joy, un uomo opportunista e negativo nei confronti del talento della figlia, che cerca di scoraggiarla e sminuirla, incolpandole una mancanza caratteriale (“Non sei fatta per…”) anche quando è lei a essere vittima di un raggiro e dovrebbe far valere le proprie ragioni. Bradley Cooper è Neil Walker, responsabile vendite del canale televisivo che da a Joy e alla sua invenzione la possibilità di arrivare nelle case delle donne americane. È un personaggio che si vede poco, ma è centrale nell’ascesa di Joy e nel suo successo, perché scommette su di lei e sulla sua capacità trasmettere qualcosa a chi guarda. Infine Jennifer Lawrence, una Joy disperata e soffocata dai problemi che ritrova nel proprio genio creativo un mezzo per risollevarsi e tornare a essere la se stessa positiva di un tempo. È una donna forte, che vince da sola le sue battaglie, che impara a sue spese a non fidarsi di chiunque, nemmeno della famiglia, ma solo di chi si dimostra veramente degno, di chi agisce non per interesse ma per buon cuore.
Questo film non rispecchia esattamente la vita della vera Joy, è piuttosto un mix con le esistenze di tante altre donne comuni, facendo di Joy Mangano un simbolo per l’universo femminile di qualcuno che, con le proprie forze, è riuscito a emergere e a risollevare la propria vita.

Voto

Coraggio-tattoo

Il film da noi è uscito a Gennaio, perciò fatemi sapere con un commento se lo avete visto e come vi è sembrato, oppure se vi manca all’appello e l’idea che ve ne siete fatti! Son tutta orecchie

A domani 💋


Cliccando sul link sottostante potete partecipare all’On Rainy Days Contest e vincere uno dei premi in palio!

a Rafflecopter giveaway

Annunci

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...