Recensione “Il Regno dell’Aria” (Le Cronistorie degli Elementi Vol.2) di Laura Rocca

Buondì 😄 Siamo arrivati a Venerdì e per oggi vi ho riservato una recensione che non vedevo l’ora di scrivere!!

Oggi infatti vi racconto le mie impressioni su Il Regno dell’Aria, il secondo volume de Le Cronistorie degli Elementi di Laura Rocca! Prima di iniziare lasciatemi dire che, anche questa volta, Laura ha fatto un lavoro incredibile, bello e che ti appassiona dalla prima all’ultima pagina!! Brava, brava, brava ❤️

Coraggio-tattoo

Info

13412134_10209316059483513_8793978248704093697_oTitolo
Il Regno dell’Aria
Autore
Laura Rocca
Saga
Le Cronistorie degli Elementi
Editore
Amazon Self Publishing
Pubblicazione
8 Luglio 2016
Formato
Ebook ~ Cartaceo
Prezzo

2,99€ (Ebook. Gratis con Kindle Unlimited) ~ 14,55€ (Cartaceo)
Link acquisto
Amazon

Trama

Celine è convinta di essere una ragazza insignificante e invisibile, ma il destino ha in serbo altri piani per lei: non solo scopre un mondo di cui non conosceva l’esistenza, ma ne è persino a capo. Purtroppo questo dono inaspettato le preclude l’amore dell’unico ragazzo che le abbia mai fatto battere il cuore in diciotto anni. La profezia, infatti, lega il suo destino a quello dell’altro Prescelto, e il suo amato Aidan è irremovibile: non infrangerà le loro leggi perché non vuole esporla ad alcun pericolo.
Celine non può crogiolarsi nel dolore, non ha più tempo. I nemici stanno colpendo duramente i Quattro Regni, Fàs ha deciso di attaccare e il popolo si sente talmente abbandonato da aver perso ogni speranza. Le protezioni attorno al Regno dell’Aria stanno cedendo e, mentre il male si avvicina, Celine deve ritrovare la Lama d’Aria, dispersa da quasi vent’anni. La sopravvivenza del Regno dipende dalla riuscita della sua missione. L’unica possibilità di salvezza è nelle sue mani.
Alla scoperta di un mondo nuovo, immerso tra i ghiacci della Finlandia, Celine si appresta a sciogliere le fila di un antico mistero.

Parere

Da un seguito ci si aspetta sempre molto, soprattutto se il primo volume ha saputo conquistare. Con Il mondo che non vedi, primo libro de Le Cronistorie degli Elementi, sono entrata a far parte del mondo dei Custodi degli Elementi, ne ho apprezzato i personaggi, le descrizioni, le ambientazioni, tanto da sviluppare quasi una dipendenza. Per questo, nei mesi scorsi, le mie aspettative per Il Regno dell’Aria erano davvero elevate.
Sono immensamente felice di poter dire che sono state confermate!
Come in Il mondo che non vedi e Aidan (Spin Off in cui le vicende sono raccontate dal punto di vista del coprotagonista maschile), anche in questo secondo volume Laura sa creare una coesione assoluta tra lettore e storia che mi ha tenuta incollata alle pagine dall’inizio alla fine.
A fare da sfondo alla vicenda questa volta c’è il Nord più estremo, la Finlandia ai suoi confini più settentrionali, in una narrazione fluida e coinvolgente che trasforma l’Aurora Boreale e le tradizioni finlandesi in elementi portanti e originari proprio dell’universo creato da Laura. Ci si sente direttamente coinvolti in quello spettacolo naturale che è la Finlandia, tanto da avere la sensazione di aver viaggiato per chilometri e chilometri ed essersi ritrovati in quella terra avvolta dalle tenebre e rischiarata dalle stelle.
Quello che più emerge, e che fa dei romanzi di Laura un vero gioiello, è la presenza di personaggi capici di rendersi reali attraverso i gesti che compiono, le parole che pronunciano e le emozioni che provano lungo tutta questa avventura nel regno di Adhar, lo Spirito dell’Aria. È impossibile non stabilire con loro un’empatia profonda, un coinvolgimento emotivo che fa sentire umanamente vicini a Celine, Aidan, Mavi, Buonia, Caswyn e a tutto il sipario di nuovi personaggi che si impara a conosce a mano a mano che la lettura procede. Proprio il numero diventa la caratteristica centrale del romanzo, perché i punti di vista sulla vicenda si alternano in ogni capitolo. Con Il Regno dell’Aria ogni personaggio ha la possibilità di trasmettere la propria voce, togliendo il monopolio della narrazione a Celine e ampliando il coinvolgimento di chi legge, e così facendo la storia assume una dimensione corale che entusiasma e regala momenti sempre unici e inimitabili.
Per gli animi romantici è un romanzo che sa far palpitare il cuore del lettore, sia per l’attesa che per i coronamenti a lieto fine, non solo per quel che riguarda la suspense tra Celine e Aidan, perché anche gli altri personaggi e le loro storie vengono portate in primo piano alla ricerca di un po’ di felicità. Come nel primo volume, è l’empatia e la vicinanza che si sviluppa con loro a rendere impossibile lo staccarsi dalle pagine! Ho adorato in modo in cui i diversi personaggi, comprese le new entry Bhirginia, Aengus, Archeflow, Hewie, Aillie e Maheloas, si relazionano con chi già conosciamo e tra loro, perché li fa percepire come reali e non semplici prodotti di fantasia.
Non manca, poi, in questo tripudio di sentimenti, la parte più movimentata e misteriosa della storia, in cui la ricerca della Lama d’Aria si caratterizza con battaglie, impensabili incontri e nemici sempre più agguerriti e disposti a tutto pur di vincere. C’è molta più azione che ne Il mondo che non vedi ed è un ulteriore elemento che rende dipendenti da questa saga!
Per concludere non posso non parlare dello stile di Laura, perché è ciò che rende davvero unici tutti questi elementi così ben orchestrati. Il punto forte, lo avrete capito, è la caratterizzazione dei personaggi, il loro realismo, ma nemmeno le descrizioni sono da meno. L’accuratezza nei dettagli e nella resa dei diversi ambienti crea dei piccoli quadri, delle immagini che balzano agli occhi mentre si vive quest’avventura con Celine e gli altri e che ci danno l’idea di essere davvero entrati in questo mondo incredibile.

Voto

Link

Sito Autrice Pagina Facebook Gruppo Facebook Il mondo che non vedi (Amazon) ~ Aidan (Amazon) ~ Il mondo che non vedi (recensione) ~ Aidan (recensione)

Coraggio-tattoo

Ormai ho sviluppato una vera dipendenza per questa esalogia (la storia de Le Cronistorie degli Elementi comprende infatti altri quattro volumi) e per i suoi protagonisti! Non vedo l’ora di scoprire cosa accadrà ne Il Regno del Fuoco, il terzo volume, e di sapere come si evolverà il misterioso rapporto tra Aidan e Celine e cosa architetterà il grande nemico Fàs per avere la meglio sui Custodi degli Elementi!
Io un po’ di sospetti e idee li ho già, però aspetto Laura e il suo prossimo lavoro per eventuali conferme o smentite 😉

Nel caso non lo abbiate ancora letto, ve lo consiglio caldamente e sarà nei vostri prossimi acquisti, vi auguro una buona lettura!

A presto!
Federica 💋

Advertisements

11 pensieri su “Recensione “Il Regno dell’Aria” (Le Cronistorie degli Elementi Vol.2) di Laura Rocca

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...