Recensione “Cupido in Love – Un amore impossibile” di Alessandro Mazzurana

Buongiorno!! E buon Lunedì!

Com’è stato il vostro weekend? L’avete passato bene?
Il mio è stato un po’ altalenante, con il fastidio per il dente del giudizio tolto Venerdì e la non voglia di fare assolutamente nulla… Ma va beh… Passerà!

La settimana però ricomincia in pieno con la recensione di un libro di cui vi parlavo un po’ di tempo fa e che ha preso parte al giveaway per il compleanno del blog ad Agosto! Si tratta di Cupido in Love – Un amore impossibile di Alessandro Mazzurana.

coraggio-tattoo

Info

Titolo33c22845-b4be-4671-a5be-dcef16ba21e7
Cupido In Love – Un amore impossibile
Autore

Alessandro Mazzurana
Editore
YouCanPrint
Anno
2016
Genere
Paranormal romance
Formato
Ebook
Pagine
222
Prezzo
0,99€
Link acquisto
Amazon ~ Mondadori ~ Feltrinelli ~ BookRepublic

Trama

Leo è un giovane Cupido di Verona, consapevole del proprio ruolo e dei propri poteri. La sua vita è basata sul rispetto delle regole che ne derivano, con gli annessi privilegi o i conseguenti sacrifici. Deve favorire le infatuazioni e sposare una perfetta sconosciuta appena incontrata a Milano, per sistemare vecchi dissapori, sorti prima che entrambi nascessero, tra la sua famiglia di Cupidi e quella della futura sposa. È proprio tornando in treno dopo aver pranzato con la famiglia milanese che si imbatte in Luna, rimanendone affascinato come non dovrebbe accadere con una persona comune. Allora chi è questa ragazza che lo ha abbagliato pur mostrandosi da subito sgarbata e distaccata? È un’improbabile Cupida mai vista prima oppure fa parte dei Cinici, gli odiati nemici aventi obiettivi opposti a quelli dei Cupidi? Lo scoprirà nei giorni seguenti, così come verrà a conoscenza della ragione che sta all’origine del suo matrimonio combinato, mettendo a rischio equilibri consolidati e in dubbio il suo futuro designato, tra fughe e combattimenti, morti e rapimenti, passioni e innamoramenti in una Verona che sembra essere tornata ai celebrati fasti di Romeo e Giulietta.

Parere

Amore a Verona è quasi una certezza, tant’è che è riconosciuta come la città (italiana ma non solo) degli innamorati. Perciò non c’è ambientazione migliore per una storia d’amore dei tempi moderni in cui il sentimento è tanto forte quanto ostacolato da più fronti.
Cupido in Love – Un amore impossibile è tutto questo e anche molto di più perché riprende in maniera nuova e non esattamente scontata l’Opera cha ha reso immortale questa città nella mente di tutti: Romeo e Giulietta di William Shakespeare.
Lo schema generale della trama non si discosta molto dalla tragedia inglese: due innamorati, due famiglie/fazioni rivali, un incidente che minaccia di separarli per sempre e, infine, l’epilogo a-romantico. Mantenendo questo aspetto e la partizione dettata da Shakespeare, Cupido in Love gioca sul filo del rasoio per tutto il tempo, rischiando continuamente il confronto con l’opera a cui fa chiaramente riferimento, ma regge la sfida abbastanza bene. Soprattutto grazie ai personaggi, perché sono proprio loro il punto di forza della storia.
Leo e Luna, i due protagonisti, si alternano nella narrazione in modo naturale e sono capaci, con la loro forza, di far fronte alle avversità che si barricano sulla loro strada. Sono caratterizzati, poi, da una semplicità che ho apprezzato e che si riflette nel modo ingenuo e tenero in cui il loro rapporto nasce e si sviluppa. Mi è piaciuta soprattutto la casualità dei loro incontri, testimonianza di un tipo di romanticismo spontaneo e quasi d’altri tempi.
È un romanzo interessante soprattutto per la differenza che introduce e che lo rende piacevolmente diverso da Romeo e Giulietta: i due innamorati, Leo e Luna, non appartengono semplicemente a due famiglie in lotta tra loro (al giorno d’oggi sarebbe stato poco credibile, ma non per questo impossibile), ma a due “specie”, se così si possono definire, geneticamente incompatibili e che sono le responsabili sia dei famosissimi Colpi di Fulmini che dell’insofferenza a prima vista.
Verona e il mondo vedono scendere in campo queste due entità chiamate Cupidi e Cinici – i primi responsabili dell’inizio dell’amore, i secondi della sua fine – e quindi anche lo schema generale di Romeo e Giulietta subisce un leggero cambio, portando anche all’interesse dei comuni mortali le conseguenze di questa osteggiata storia d’amore, proprio perché le capacità di uno e dell’altra hanno conseguenze abbastanza importanti sugli ignari spettatori oggetto delle loro attenzioni.
Vista la somiglianza con la tragedia shakespeariana, ho trovato il finale scontato e forse un po’ sottotono rispetto al resto del romanzo, come se avesse fretta di raggiungere la conclusione, però lascia un’apertura promettente. La storia chiaramente non può concludersi qui, molti elementi sono stati introdotti come “contorno” alla vicenda principale e meritano di essere approfonditi, perciò credo che debba aspettarmi un seguito e che questo sarà decisivo per decidere se è solo un adattamento moderno di Romeo e Giulietta o una storia completamente diversa che gli strizza l’occhio nel primo capitolo. Vedremo.

Voto

coraggio-tattoo

Spero che la recensione vi sia piaciuta 😊 Per qualunque cosa, i commenti sono a vostra disposizione!

Io torno al mio mal di denti 😒 Passate una buona giornata!

Federica 💋

Advertisements

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...