[Domino Letterario Febbraio] “Via dalla pazza folla” di Thomas Hardy

Buongiorno 😊

Come ogni mese ritorna la catena librosa del Domino Letterario, l’iniziativa che ci spinge a creare un domino con i libro come tessere! Questo mese mi ricollego al blog Il nostro angolo dei sogni e ho scelto un grande classico della letteratura inglese!

"Via dalla pazza folla" di Thomas Hardy ~ 442 pagine ~ Garzanti ~ 2015
“Via dalla pazza folla” di Thomas Hardy ~ 442 pagine ~ Garzanti ~ 2015

Via dalla pazza folla narra le appassionanti vicende di Gabriel Oak, un giovane la cui vita viene sconvolta dall’inatteso arrivo dell’affascinante Bathsheba, bellezza orgogliosa e nullatenente di cui s’innamora. Quando le chiede di sposarlo lei lo rifiuta, ma i loro destini tornano a incrociarsi: mentre lei eredita una fattoria dallo zio, lui perde tutti i suoi averi in una notte di tempesta. Si ritrova così costretto a lavorare per Bathsheba e a contendersi le sue attenzioni con altri due uomini.
Se un romanzo può essere completamente intriso d’amore, ebbene questo lo è. Un amore per tutto, e non solo per le cose vive: per le melodie polifoniche del vento e per il linguaggio delle stelle, per le piante e per i colori, per il tempo che passa da un sorriso a una minaccia, per la fragilità della vita o per l’incanto di un gioco di luci. E, soprattutto, per la misteriosa algebra dei sentimenti umani.

Parere

Tra le opere di Hardy che legano in modo quasi ossessivo l’essere umano alla natura, con una corrispondenza tra stati d’animo e condizioni atmosferiche, Via dalla pazza folla è quella che risente ancora di un influsso positivo nella trattazione dei temi e che viene rivestito da questa incredibile positività.
Diversamente da Tess dei d’Uberville, dove prevale il disfattismo verso la condizione della donna e una sostanziale crudeltà della Natura e del Fato, qui si respira una continua possibilità di riscatto dalle avversità, una fiducia nella giustizia naturale e divina che porta alla realizzazione dei propri desideri. Non mancano certo i problemi e i personaggi non sono tutti esempi di correttezza e virtù, ma questo non impedisce a Hardy di mostrare come possa essere ricompensata la devozione ai due pilastri della filosofia dell’autore: Dio e la Natura.
Gabriel Oak, Bathsheba Everdene, William Boldwood e Francis Troy sono i quattro maggiori personaggi sui quali viene mostrata la logica di Hardy sul rispetto delle leggi di Dio e della Natura. Ognuno di loro si fa esempio di una mancanza più o meno grave verso uno (o entrambi) di questi due capisaldi e le vicende che si susseguono nella trama non sono altro che un sistema di premiazione e punizione ben congegnato.
I tre uomini sono portati all’errore e allo sbaglio dal loro amore per Bathsheba, che si sviluppa in tre diverse ripercussioni sulle loro vite e che vede in Gabriel Oak un vero e proprio beniamino per Bathsheba, e di conseguenza per Hardy, perché lui, pur continuando ad amare Bathsheba nonostante il suo rifiuto, non si perde nella follia distruttiva data dal sentimento e dalla passione come accade a Boldwood e Troy, e si impegna affinché questo amore si trasformi in un impegno costante nel lavoro e verso Dio, così da elevare i propri sentimenti verso qualcosa di più importante e non dimenticare il legame con la campagna e con la religione.
Se Hardy si concentra tanto sui tre personaggi maschili, fa altrettanto con la protagonista femminile ma al confronto con Oak, BoldWood e Troy, Bathsheba esce perdente, o quanto meno con un ritratto decisamente poco lusinghiero. La sua prima descrizione è quella di una donna vanitosa e non migliora con l’avanzare della storia, tanto da renderla una delle protagoniste che ho apprezzato meno e che viene rivalutata un po’ solo nel finale. Peccato, ma credo dipenda dal mio non essere propriamente d’accordo con le idee di Hardy a proposito del ruolo sociale della donna, del suo rapporto con l’altro sesso e della considerazione che l’amore non debba distrarre dai proprio obblighi verso Dio e la Natura.
Ultimo aspetto un po’ stancante del libro riguarda le descrizioni più che prolisse degli ambienti naturali, ma nonostante tutto è un romanzo che si legge velocemente e che resta nel cuore per i personaggi (per Oak per quel che mi riguarda) e per la sua positività di fronte alle avversità della vita.

Voto

Quest’oggi è l’ultimo giorno del Domino ma non perdete le tappe che mancano e quelle passate. Ecco qui l’elenco completo
domino-febbraio

A presto
Federica 💋

Annunci

Snowtag – Cosa fai quando vuoi isolarti dal mondo?

snow-1088470_1920-1

Buongiorno 😊

Qualche giorno fa leggevo un post su E se ti dicessi che… dove Jessica rispondeva alla domanda postale da Snowbetta “Cosa fai quando vuoi isolarti dal mondo?”. Da questa curiosa domanda è nato lo Snowtag e mi è sembrata un’occasione troppo interessante per lasciarmela scappare, quindi ho deciso di accettare gli inviti (indiretti) di entrambe queste blogger e di raccontarvi quali sono i miei modi per isolarmi dal mondo.

Il primo è sicuramente quello di mettere il telefono in modalità “Notturno”: niente notifiche, né suoni, né segni della sua esistenza. Io sono sempre a contatto con la tecnologia, che sia computer o telefono, e negli ultimi tempi con gli smartphone e le notifiche push si vive in una connessione e in un contatto costanti. Il mio primo passo restare sola è staccare per un po’ la spina al sistema degli avvisi. Diciamo che è la cosa fondamentale da fare per isolarmi.

L’esperienza che mi isola più delle altre è la scrittura. Ultimamente preferisco il vecchio metodo di carta e penna per scrivere perché mi coinvolge in modo totale, soprattutto se metto del sottofondo musicale. Ho perso il conto delle volte in cui mi sono spaventata per non aver sentito entrare qualcuno nella mia stessa stanza mentre stavo scrivendo… Questo la dice lunga secondo me.

Anche un buon libro ha lo stesso effetto. Leggendo lascio scorrere le parole dentro di me e in un attimo mi ritrovo all’interno della storia, parte integrante del mondo creato dall’autore e accanto ai personaggi. La fantasia fa fare esperienze davvero forti e ci fa restare soli davvero in fretta, tanto che per me i libri sono il rifugio ideale per qualsiasi tipo di situazione o problema. Mentre leggo non esiste nulla all’infuori di me stessa e della storia che sto vivendo.

Se voglio isolarmi, poi, ricorro anche ai film, anche se non sono efficaci quanto i libri. Ho una lista film che riguarderei all’infinito e che mi permettono di estraniarmi da tutto ciò che c’è attorno a me per un paio d’ore. Pride & PrejudiceIl destino di un cavaliereSe solo fosse vero e altri mi fanno compagnia e allora io sono altrove. Se dovessi dire che categorie di film mi permettono di isolarmi, la risposta non potrebbe essere che film in costume e romantici, magari quelli con la lacrima assicurata che con me non può mai mancare.

Infine – e l’ho lasciata per ultima perché è una cosa che non faccio spesso – i sogni ad occhi aperti. A volte mi capita, ma molto raramente, di passare del tempo sdraiata a letto senza far nulla, in compagnia solo della musica e allora mi lascio andare all’immaginazione, creando pezzi delle storie che poi metto per iscritto. Adoro la definizione inglese, daydream, perché mi dà la sensazione di essere in un altro mondo, quello dei sogni per l’appunto, nel quale nessuno mi può disturbare.

Questi sono i miei metodi per isolarmi, perché si sa, ogni tanto fa bene allontanarsi dal mondo 😊 E voi? Come “fuggite” dal mondo?

A presto
Federica 💋

coraggio-tattoo

≈ Questo post è stato programmato ≈
Scusate se non risponderò subito ai commenti, ma oggi starò in ospedale tutto il giorno perché operano mio padre a una spalla!
Snowbetta per l’immagine del tag non sapevo se ne avessi creata una, perciò l’ho realizzata io… Se esiste già dimmelo che la cambio appena torno 😊

Buon weekend

ireland-1404990_1920

Buongiorno!

Come state?
Io rientro da un periodo di inattività qui sul blog con dei saluti, in due sensi diversi. Innanzitutto un caloroso benvenuto ai nuovi follower con in questi 10 giorni si sono uniti al gruppo, a questa famigliola virtuale che conta quasi 300 persone 😊 Grazie a tutti per farne parte e per rendere gratificante ogni istante dedicato al blog ❤️

I secondi saluti, invece, sono per augurarvi un buon fine settimana. Io oggi dedicherò un po’ di tempo alla scrittura e più tardi, nel pomeriggio, andrò al cinema a vedere The Great Wall con Matt (“Meraviglia”) Damon. Non sarà un film spettacolare o memorabile, ma se c’è Matt non ci posso rinunciare 😆
Domani sarà la volta di un compleanno in famiglia e ci sarà la mega riunione con i parenti, la prima di una lunga serie in questo 2017 (che ad eventi è messo benissimo, con due matrimoni e un battesimo, ma ve ne parlerò a tempo debito).

Cosa farete voi in questi due giorni? Relax o super impegnati anche nel fine settimana?

A presto
Federica 💋

Segnalazione “Razov” di Giovanna Roma

Buongiorno 😊 e buon Venerdì!!

Oggi riprendo i miei compiti librosi segnalandovi un libro uscito di recente!

razov_mediumTitolo: Razov
Autrice: Giovanna Roma
Serie: Deceptive Hunters #2
Editore: 
Self-pubblishing
Genere:  Dark romance
Pubblicazione: 17 gennaio 2017
Pagine: 300
Prezzo2,99€
Acquisto: Amazon ~ iTunes ~ GPlay ~ Kobo

Trama

Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie è tagliato fuori.
Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d’arma d’assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un’errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi.

Booktrailer

L’autrice

Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi “La mia vendetta con te, il suo sequel “Il Siberiano” e lo storico “Il patto del marchese”.

Contatti

Pintrest ~ Blog autrice ~ Goodreads ~ Twitter ~ Pagina Facebook ~ Gruppo Facebook ~ Google+ ~ YouTube ~ Amazon

A presto!
Federica 💋

Due anni di Alethè – Estrazione Giveaway

Buonasera 😊

Perdonate l’ora, ma oggi sono stata fuori tutto il giorno e rientro praticamente adesso!

Finalmente oggi è l’anniversario di Alethè e sono qui per mostrarvi l’estrazione e annunciare i due vincitori della copia cartacea e di quella ebook:

~ Copia cartacea: numero 5 => Luigi Dinardo
~ Copia ebook: numero 3 => Dama con il cappello (Laura)

Congratulazioni 😊 Avete tempo per riscattare i premi fino a dopodomani, contattandomi tramite messaggio privato sulla pagina Facebook del blog per farmi sapere l’indirizzo a cui spedire il cartaceo e la mail per l’invio della copia ebook.

Grazie a tutti per aver partecipato e per aver festeggiato con me!

A presto
Federica 💋