“Il segreto della libreria sempre aperta” di Robin Sloan

Buongiorno 😊

Visto che sarà una settimana breve (Venerdì sarà già il 2 Giugno 😱) ne approfitto per parlarvi un po’ delle ultime letture che mi hanno accompagnata in questo mese tutto impegnato e impegnativo. Questa è la prima e vi porto a conoscere una libreria molto particolare!

Titolo
Il segreto della libreria sempre aperta
Titolo originale
Mr. Penumbra’s 24-Hour Bookstore
Autore
Robin Sloan
Traduzione
Giovanni F. Arduino
Editore
Corbaccio
Anno
2013
Anno prima edizione
2012
Genere
Narrativa, fantastico
Formato
Ebook
Pagine
306
Prezzo
6,99€
Acquisto
Kobo

La crisi ha centrifugato Clay Jannon fuori dalla sua vita di rampante web designer di San Francisco, e la sua innata curiosità, la sua abilità ad arrampicarsi come una scimmia su per le scale, nonché una fortuita coincidenza l’hanno fatto atterrare sulla soglia di una strana libreria, dove viene immediatamente assunto per il turno… di notte. Ma dopo pochi giorni di lavoro, Clay si rende conto che la libreria è assai più bizzarra di quanto non gli fosse sem­brato all’inizio. I clienti sono pochi, ma tornano in continuazione e soprattutto non com­prano mai nulla: si limitano a consultare e prendere in prestito antichi volumi collocati su scaffali quasi irraggiungibili. È evidente che il negozio è solo una copertura per qualche attività misteriosa… Clay si butta a capofitto nell’analisi degli strani comportamenti degli avventori e coinvolge in questa ricerca tutti i suoi amici più o meno nerd, più o meno di successo, fra cui una bellissima ragazza, geniaccio di Google… E quando alla fine si decide a confidarsi con il proprietario della libreria, il signor Penumbra, scoprirà che il mistero va ben oltre i confini angusti del negozio in cui lavora.

Clay Jannon cercava un lavoro dopo essere stato licenziato dalla NewBagel ma l’ultimo impiego a cui pensava era quello di commesso in una libreria. Tuttavia il negozio del signor Penumbra non è una libreria come tutte le altre: angusta e con gli scaffali che si innalzano verso l’alto soffitto a perdita d’occhio, la Libreria sempre aperta del signor Penumbra ha un catalogo extra molto particolare rispetto a quello delle altre attività simili e dei clienti decisamente fuori dal comune, che prendono in prestito i variegati titoli di questo secondo catalogo e che Clay si trova a conoscere durante il lungo turno di notte.
Una sera Clay si trova a sfogliare uno di questi strani volumi, scoprendo che le pagine al suo interno sono in realtà un grande puzzle da decifrare per poi passare al libro successivo e ricominciare da capo. Ma cosa nascondono quei libri enigmatici? E qual è il vero scopo della libreria e del suo misterioso titolare? Mentre cerca di trovare la risposta a queste domande, Clay continua a svolgere il proprio lavoro con attenzione, facendo tutto il possibile aggiornare la libreria e il suo sistema di archiviazione, nonché quello pubblicitario per ampliare la scarsa clientela.
Ma tra una campagna di sponsorizzazione su Google e la creazione di una mappa interattiva della libreria (grazie alla quale tenere traccia delle vendite e dei prestiti dei libri di entrambi i cataloghi), Clay, la sua nuova ragazza Kat e il suo migliore amico Neel si ritrovano catapultati nei misteri della più antica congregazione di bibliofili del mondo, il cui scopo è rintracciare il segreto dell’immortalità scoperto dal loro fondatore.
Con un protagonista scanzonato ma deciso e sicuro di poter giungere alla soluzione del grande mistero che avvolge Ajax Penumbra e la “setta” della Costola Intatta, Il segreto della libreria sempre aperta di Robin Sloan è un romanzo carino e che si legge con piacere, scorrevole anche se a volte si arena su digressioni estranee allo svolgimento principale.

«La natura dell’immortalità rappresenta un mistero», sussurra. Ci chiniamo verso di lui per ascoltarlo meglio. «Ma le mie vaste conoscenze in materia di lettura e scrittura mi confermano che non mi sbaglio. È qualcosa che ho chiaramente percepito tra questi e altri scaffali.»
La faccenda dell’immortalità non mi convince, ma capisco la sensazione di cui sta parlando il mio principale. Passando lungo i ripiani di una biblioteca, sfiorando le costole dei volumi con le dita, è facile intuire la presenza degli spiriti addormentati tra le pagine.

È un romanzo che riflette sui libri, sul loro valore intrinseco e su quello sociale, sul rapporto tra tradizione e innovazione, tra cartaceo e digitale, ma riflette anche sulla concezione classica che i libri siano un veicolo per l’immortalità, il tutto in una dimensione corale nonostante il punto di vista univoco e concentrato su Clay.

La vera immortalità si basa sull’amicizia e su un lavoro scrupoloso. Tutti i più importanti segreti del mondo si trovano sotto il nostro naso.

L’avventura non si vive mai da soli, come insegnano i migliori giochi di ruolo, e quella vissuta da Clay non è da meno. Si circonda di amici e aiutanti, ognuno con un proprio scopo e un proprio momento di gloria, nella forte affermazione che l’immortalità, quella vera e alla portata di tutti, consiste in qualcosa di tanto semplice da essere scontato.

È un libro che si può leggere tranquillamente e che sono certa potrà essere una lettura adatta all’estate! Esatto, se nelle prossime vacanze non sapete cosa leggere, segnatevi questo titolo! Sono sicura che vi terrà buona compagnia 😊

Ovviamente sono qui, pronta ad ascoltarvi, se volete chiedermi qualcosa su questo libro (e non solo!) e commentare la recensione!

A domani 💋

Annunci

3 pensieri su ““Il segreto della libreria sempre aperta” di Robin Sloan

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...