[Review Party] “Per l’uno e per l’altra” di Jayne Davis

E… sono di nuovo qui a pubblicare 😊

Perché anche oggi pomeriggio c’è un Review Party, ed è quello dedicato al primo romanzo della categoria Regency di Vintage Edizioni di cui ieri ho chiuso il Blog Tour!

Prima, però, ringrazio la casa editrice per la copia ARC.

Titolo
Per l’uno e per l’altra
Titolo originale
Sauce for the Gander
Autore
Jayne Davis
Traduzione
C. Sarocco
Saga
The Marstone #1
Editore
Vintage Edizioni
Anno
2020
Anno prima edizione
2019
Genere
Romance, storico, Regency
Formato

Cartaceo (16€)
Pagine

562
Acquisto
Amazon

Inghilterra, 1777 Will, il giovane visconte di Wingrave, contrastato dal dispotico padre nel proprio desiderio di servire il paese arruolandosi, trascorre il proprio tempo in passatempi stupidi e pericolosi: il gioco d’azzardo e le avventure con donne sposate sono le occupazioni che più sembrano divertirlo, nonostante avversari pericolosi e mariti infuriati. La notizia del duello all’ultimo sangue contro un marito geloso fa decidere il padre, il conte di Marstone, che è arrivato il momento di prendere provvedimenti. Quella testa calda del figlio deve sposarsi e sarà lui a scegliere la sposa. Per questo il conte organizza le nozze con la giovane Connie Charters, il cui ambizioso padre è disposto a vendere la propria figlia pur di approfittare dei vantaggi che una simile unione può portare. È così che Will e Connie si conoscono, davanti all’altare, costretti a unire per sempre le proprie vite. Eppure, i due si trovano giorno dopo giorno ad affrontare insieme la tirannia dei rispettivi genitori, scoprendo proprio nel loro matrimonio una inattesa possibilità d’indipendenza e nella loro unione una forza imprevista. Ma può il vero amore nascere su queste sole basi?

Will, lord Wingrave, si prepara ad affrontare un duello illegale per ripagare il disonore arrecato a un marito (quasi) fatto becco, senza che suo padre interferisca e metta a tacere ogni cosa. Connie, Constance, deve invece fare i conti con un padre calcolatore che la vorrebbe ubbidiente e devota, una figlia che in realtà per lui è solo un dispiacere e un disonore. Le vite di Will e Connie non potrebbero essere più distanti, lui a Londra e lei in campagna, ma il destino, e soprattutto i rispettivi padri, hai in serbo per loro un inaspettato incontro e un matrimonio combinato che cambierà per sempre l’esistenza di entrambi.
Due giovani sconosciuti, soggetti al dominio di un genitore possessivo e retrogrado, si ritrovano legati nel vincolo del matrimonio e da questa unione devono necessariamente trarre tutto il vantaggio possibile, persino di fronte all’insistente controllo che il padre di Will vorrebbe comunque avere su di loro.

Ma ricordate che potreste non essere l’unico a essere costretto a fare qualcosa qui. Dovete parlare tra di voi e, ricordatevi, che quello che vale per l’uno vale anche per l’altra.

Ma entrare in confidenza tra loro non è facile, specie alla luce delle rispettive identità, che i loro padri hanno descritto l’uno all’altro in modo diverso rispetto a ciò che sono veramente. Will e Connie, seppur con un iniziale titubanza, iniziano però un rapporto di amicizia più che un vero matrimonio, grazie alla promessa di aspettare un mese prima di sancire davvero la loro unione. Tra confidenze, regali inattesi e letture condivise, nonché la scoperta dei segreti reciproci, questi due giovani gettano le basi di un rapporto ben più profondo di quanto si sarebbero mai aspettati date le premesse della loro unione.
E se Connie si rivela diversa della ben timida e assoggettata moglie che il conte aveva promesso a Will (Un aspetto che a lui non era mai piaciuto), per la giovane ritrovarsi finalmente ascoltata e compresa da parte dell’uomo da cui dipende la sua vita è una novità decisamente allettante. Aspettare un mese, quindi, pare a entrambi un tempo estremamente lungo, soprattutto alla luce dei sentimenti che iniziano a provare l’uno per l’altra.

«Fidatevi, è quello che siete che conta.»
«Non mi conoscete ancora bene.»
«No,» disse, «ma sto imparando.»

Per l’uno e per l’altra è un romanzo storico in chiave romance, dove gli intrighi, le macchinazioni e le interferenze, tanto da parte dei padri dei due protagonisti quanto dalla presenza del contrabbando illegale servono per cementare il legame che a sorpresa si instaura tra Will e Connie. Lo stile e l’ambientazione di epoca Regency (il periodo della reggenza, quegli anni che precedono l’epoca vittoriana) regalano una storia davvero ben scritta e coinvolgente, dove le parti più esplicite del rapporto vengono velate (cosa che lo differenzia, ad esempio, dai romanzi storici in chiave erotica) per favorire più l’espressione dei sentimenti che nascono tra i due protagonisti, piuttosto che gli aspetti più fisici del loro matrimonio.
Per mezzo dell’intrigo, dello spionaggio e della possibile minaccia alla loro libertà, la storia di Connie e Will va bene oltre un classico romanzo d’amore, ma permette anche di vedere come due personalità molto forti, e che comunque ancora devono crescere, si adattino l’uno all’altra per ottenere il meglio di loro di loro stessi e della coppia.

Desiderava tanto parlarne con Will.
No, quello che voleva veramente era sentire la pressione confortante delle sue braccia intorno alle proprie spalle e il sollievo di poter condividere il fardello della responsabilità. Ma lui non c’era e lei era in grado di cavarsela da sola.

Il romanzo, benché lungo e articolato (supera infatti le 560 pagine), risulta scorrevole, piacevole alla lettura e soprattutto accattivante, perché non si limita a mostrare come cambi la vita di questi due ragazzi e, quasi per magia, si innamorino, ma contestualizza la loro love story sia con le difficoltà del periodo storico in cui è ambientato, sia con i limiti, le imposizioni e i difetti che entrambi avrebbero avuto e affrontato se si fosse trattato di veri personaggi storici. Interessante, da questo punto di vista, sono tutte le varie imposizioni che limitano la vita di Connie e le diverse mancanze che un secondogenito come Will sente e sviluppa di fronte all’importanza riservata all’erede di un casato o di un titolo. Due aspetti che, insieme, cercheranno di superare.

Adesso non vedo l’ora di leggere i successivi volumi di questa serie ambientata in epoca Regency, soprattutto perché è un periodo storico che mi piace moltissimo!

Fatemi sapere se questo libro può rientrare nei vostri gusti, se lo leggerete o si avete già avuto conoscenza di questa autrice 😊

Nel frattempo, però, passate un buon weekend!
Federica
💋

2 pensieri su “[Review Party] “Per l’uno e per l’altra” di Jayne Davis

  1. Concordo su tutto ❤ Avevo una paura che fosse un mattone da mandar giù con diecimila sorsi d’acqua, ma alla fine mi ha stupita in positivissimo proprio per la sua scorrevolezza 😀

    Sono contenta di averlo letto condividendo l’esperienza con te e le altre ragazze :3 Grazie per la partecipazione e il contributo grafico che hai dato al progetto ❤ Spero tanto che possiamo condividere altre iniziative insieme, tra cui, sicuramente, anche quella dedicata ai seguiti di questa serie della Davis 😉

    "Mi piace"

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...