[Review Party] “Per un bacio e (molto) più” di Monica Brizzi

Buongiorno lettori 😊

Con oggi siamo arrivati al terzo appuntamento con uno dei libri di Monica Brizzi, uno a settimana 😊 Oggi si parla del review party per il suo ultimo romanzo! Pronti per sapere qualcosa di più?

Ovviamente, un super grazie all’autrice per la copia del romanzo.

Titolo
Per un bacio e (molto) più
Autore
Monica Brizzi
Editore
Self publishing
Genere
Contemporary romance
Pubblicazione
Settembre 2020
Formato
Digitale (2,99€)
Pagine
240

Lei è vergine. Lui un gigolò.
E insieme si incastrano alla perfezione.

Laila è una pasticciera e content creator, e anche se in molti la definirebbero un’influencer, lei preferisce parlare di sé stessa come di una ragazza che sa cucinare dolci e dispensare consigli per vivere una vita sana ma senza privazioni.
Marco è un imprenditore immobiliare che affitta case per eventi e soggiorni con un passato che non ama e un futuro di cui non sa niente.
Entrambi solari, Laila e Marco sembrano avere un sacco di cose in comune. Se non fosse che lei è una femminista (vergine) e lui un gigolò PENTITO. E dovranno lavorare insieme.

Laila Jensen è una pasticciera social, dai capelli di un colore tutto suo e una personalità solare. Diventata famosa per i suoi dolci alternativi, vale a dire buoni ma estremamente salutari, si ritrova a incrociare la propria strada con Marco de Iuliis, proprietario di case che affitta i propri possedimenti per eventi di ogni genere, e non solo quelli. Perché Marco, alto, fisico perfetto e dagli occhi a mandorla, è anche un EX (come direbbe lui) gigolò, un uomo che affittava sé stesso a qualunque donna avesse bisogno di lui.
Ma se Marco vuole lavorare con Laila perché trova i suoi dolci perfetti per il prossimo matrimonio che si organizzerà nella sua villa, lei ha intenzione di rilanciare con un do ut des, di proporgli un patto affinché anche lui lavori per lei proprio nello stesso periodo.

Se siamo ammiccanti, se siamo vestite poco, se giochiamo. È colpa nostra, è vostro diritto fare e dire ciò che volete.

Perché l’ultimo ragazzo di Laila, sparito dopo aver capito che il sesso non avrebbe fatto parte della loro relazione solo perché si era degnato a uscire con lei, ha sbandierato ai quattro venti il suo essere ancora vergine a ventiquattro anni e Laila, anche se convinta della propria identità come persona al di là delle etichette e delle prerogative che cultura e società vorrebbero lasciar passare, decide di mettere a tacere quelle voci con una nuova (finta) relazione, la quale dovrebbe farla apparire più disinvolta e a sua agio con quello che, per le altre ma non per lei, sembra essere un traguardo facile da raggiungere e superare.
E il ragazzo prescelto è proprio Marco. Tra foto, ricette, dettagli di lavoro e discussioni su perché e come le immagini del sesso, degli uomini e delle donne vengano tanto stereotipate e stravolte, Marco e Laila si ritrovano coinvolti sempre più l’uno dall’altra, in una attrazione esplosiva su cui pesano le rispettive esperienze passate ma che, inevitabilmente, li porterà sempre più vicini al vedere finalmente il sentimento che li lega.

Mi perdo dietro le sue parole. Nella verità che non cela, nella combattività che dimostra pur nel suo essere tranquilla. Mi perdo, come poco fa, quando le ho raccontato ciò che di solito rivelo con fatica.

Laila è una ragazza solare, diretta, spiritosa, attenta a creare dolci appetitosi ma privi di zuccheri che possano allontanare da noi il male delle diete moderne: il saccarosio! Ha una personalità positiva, aperta e attenta alle esigenze di chi le sta di fronte. È una femminista, anche se personalmente non la definirei così. Perché sì, Laila difende in ogni pagina la dignità delle donne da tutti gli atteggiamenti sbagliati, sessisti e lesivi della dignità che vengono rivolti al genere femminile in ogni occasione, ma per com’è lei, credo lo farebbe anche per rendere giustizia e rispetto semplicemente a qualunque persona si trovi nelle condizioni che, all’interno del libro (e, purtroppo, della nostra quotidianità), Laila descrive a proposito delle donne. Non a caso si preoccupa per i sentimenti di Marco, per ciò che deve provare nel riprendere questo lavoro.
Marco, invece, questo splendido uomo (nel fisico, quanto nel carattere), è uno gigolò che riflette sulla propria condizione di uomo, non solo per quello che Laila gli racconta e quindi la posizione di superiorità in cui tanti maschi si sentono in diritto di stare perché possessori di… be’, si sa, ma anche perché lui, proprio per il suo lavoro, è stato considerato dalle donne un oggetto, utile solo come viso da portarsi appresso e fare bella figura. Certo, ha un carattere deciso e saprebbe bene come far dimenticare a Laila i pettegolezzi, gli ex e quant’altro, ma è soprattutto dolce e attento, “dio del sesso” che chiede il permesso per ogni singolo pezzetto dell’anima di Laila (e del corpo, anche se credo glieli avrebbe concessi entrambi).

Più o meno come tra me e lui, perché le parole e le idee scivolano e si creano senza paure, perché passiamo dal silenzio alla conversazione senza perdere sintonia, perché i momenti che creiamo insieme sono talmente perfetti da farmi paura.

Una lettura divertente, nei momenti infiniti in cui Laila e Marco si scoprono e raccontano, ma anche tanto, tanto, tanto emozionante, da batticuore immediato per la capacità che questi due personaggi hanno di regalare emozioni, gioie immense ma anche tanti spunti su cui arrabbiarsi e riflettere. Non è semplicemente un romance, pochi libri appartengono solo a un genere, ma è anche uno spaccato della nostra società che Laila e Marco vogliono, cercano e desiderano cambiare. Lo stile di Monica Brizzi, ormai ve lo ripeto da un po’, tiene incollati alle pagine, ti fa sciogliere e ti permette, o almeno mi ha permesso, di divorare questo libro come Marco fa con i dolci!

Se ti fidi di me, se capisci che il mio cuore è tuo e lo è stato dal primo momento in cui ti ho vista. Se sono riuscito a farti arrivare le emozioni che ho provato baciandoti e toccandoti, se riesci anche solo a immaginare quanto mi senta fortunato a averti nella mia vita. E ho una paura del diavolo che tu ti alzi e te ne vada.

Fantastico ❤️ una lettura super consigliata, non scontata e perfetta per il periodo!

Ma ditemi: vi ha incuriositi? Lo leggerete?

Nel frattempo non perdetevi le altre tappe del Review Tour:

  • Mercoledì 9
    The Reading’s Love
    Camminando tra le pagine
  • Giovedì 10
    I miei magici mondi
    La Fenice Book
  • Venerdì 11
    Esmeralda Viaggi e Libri
    Librintavola
  • Lunedì 14
    On Rainy Days
    Tra due mondi
  • Martedì 15
    La lettrice sulle nuvole
    Il Regno dei Libri
  • Mercoledì 16
    A libro aperto
    Rivendell: Katy Booklover
  • Giovedì 17
    Cronache di lettrici accanite
    My Crea Bookish Kingdom
  • Venerdì 18
    Silvia tra le righe

Federica 💋

Un pensiero su “[Review Party] “Per un bacio e (molto) più” di Monica Brizzi

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...