[Review Party] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Buongiorno 😊

E dopo avervi tanto stuzzicato con questo romanzo, oggi ve ne propongo la recensione per il Review Party!

Grazie all’autrice per la copia!

Titolo
Sei solo tu

Autore
Monica Brizzi

Editore
Self publishing
Serie
Social Series #3

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2021

Formato
Cartaceo (9,36€) ~ Digitale (2,99€)
Acquisto

Amazon

«Ho lasciato la borsa in uno studio medico qui vicino, non so come accidenti ho fatto ma è tutto lì! Per favore! Rallenta! Se mi cerchi sui social mi trovi, sono una content creator, anche se atipica, e, dai, per favore! Mi serve solo un telefono per contattare qualcuno!»
Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.
Me ne frego. Cioè, potrebbe essere una stalker che ha saputo in che zona vivo e si inventa una storia per intrappolarmi. Perché poi, chi è che lascerebbe la borsa in uno studio medico?
Me ne frego. Me. Ne. Frego.  

Quasi opposti, eppure non così diversi, Mira e Sebastian si conoscono nel peggior modo possibile e non possono immaginare che uno scambio di parole, battute e sguardi infuriati sotto la pioggia, sarà l’inizio di un cambiamento epocale.   
Attore bello e famoso lui, content creator spontanea e attenta all’ambiente lei. Che la storia abbia inizio. Romantica, simpatica, ma anche un po’ sofferta.  

Mira, content creator famosa sui social per l’uso di cosmetici total vegan, si ritrova sotto un temporale di proporzioni epiche senza borsa, né cellulare, e la sola persona che le passa accanto non solo non sembra intenzionata a darle una mano, ma si guarda bene dall’avvicinarsi a lei, anche se l’ha sentita chiedergli aiuto.
Però per Sebastian, attore di fama mondiale bello come un dio, quella pazza che canticchia da sola in mezzo sl marciapiede potrebbe essere una fan fuori controllo che ha scoperto dove abita e che potrebbe iniziare a perseguitarlo senza dargli tregua. Tuttavia, il dubbio lo spinge a guardarla meglio, a chiedersi se può davvero essere chi ha detto per attirare la sua attenzione. Forse è davvero una ragazza normale e tanto gli basta per cedere e permetterle di seguirlo dentro casa.

Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.

Ed è tra uno sguardo minaccioso, una domanda personale e in attesa di vestiti da far asciugare che Mira e Sebastian trascorrono la serata più strana delle loro vite, a raccontarsi segreti che mai avrebbero creduto di condividere con un estraneo, mentre l’attrazione si fa largo tra loro come un pensiero sempre più insistente. Proprio l’attrazione, insieme alla certezza che dopo quella sera non si rivedranno più, li portano a scegliere di stare insieme, del sesso che è diverso da ogni altro ma che si chiude con accuse orribili (da parte di Sebastian) e di una fuga che già presuppone un cuore spezzato da tanta cattiveria (Mira).
Ma ciò che doveva finire in una sera torna a ripresentarsi sotto forma di un appuntamento per conoscersi meglio, per andare oltre le apparenze di divo del cinema e di ragazza “finta brutta”, un tentativo che prosegue anche quando gli impegni di lavoro li separano e portano Mira e Sebastian a capire chi sono davvero, con le loro luci e, soprattutto, le ombre.

Un mix di sensazioni mi si spaccano nel costato. La tenerezza, il desiderio, la realizzazione di quanto sia carina.

Due protagonisti che non potrebbero essere più diversi, Mira e Sebastian sono poli opposti che si scontrano e rimangono inevitabilmente catturati nell’orbita reciproca, incapaci di separarsi perché la collisione ha generato un universo tutto loro dove potersi sentire bene. Espansiva, chiacchierona ma davvero tanto sensibile, Mira fa dell’accettazione estetica un lavoro a tutti gli effetti, lei che non rispetta i canoni di bellezza propinati dalla società e fa di tutto per dimostrare che, non solo non sono poi attinenti con la realtà, ma fanno anche male alla salute.
Un esempio lo è proprio Sebastian, schiacciato dalle aspettative di perfezione che la fama e la visibilità gli impongono, lui che si vede in un modo tutt’altro che perfetto a causa di un “difetto” con cui è nato e che lui percepisce come causa di buona parte dei fallimenti amorosi che caratterizzano la sua vita. Un “difetto” che non è tale e che ha bisogno di una persona come Mira per essere metabolizzato e, pian piano, accettato.
Sono due individui complessi e insieme capaci di tanto, anche di affrontare temi difficili e dolorosi, facendo sentire la loro voce in un flusso continuo, quasi come se condividessero i pensieri.

Casa. Mira è casa. E il contatto fa fibrillare tutto.

È questa la particolarità che più mi ha colpito di Sei solo tu, oltre a Sebastian (ovviamente), quel confluire di capitolo in capitolo senza stacchi, mentre le frasi e i pensieri dei protagonisti si susseguivano e continuavano senza interruzioni, una lunghezza d’onda non solo di sentimenti e passioni, ma anche di paure e domande che ha reso la lettura emozionante e davvero magica. Lo stile incalza, spinge a leggere pagina dopo pagina per comprendere a fondo Mira e Sebastian, per sperare che ciò che c’è tra loro duri più di una qualche sera rubata al mondo esterno, alla vita che pretende troppo da entrambi e li spinge verso atteggiamenti che sarebbero scontati ma che sanno fare del male a loro stessi, e all’altro (niente spoiler su chi ha maggiori difficoltà a superarli).
È il terzo volume della Social Series e come i precedenti affronta un aspetto particolare del nostro uso dei social network, sempre attento all’altra faccia della medaglia di questi potenti mezzi di comunicazione e a come questi distorcono la nostra percezione della realtà, come portano anche a problemi davvero seri e ai quali bisogna prestare attenzione. Una vera chicca, che mi ha fatta innamorare dei suoi personaggi imperfetti e per questo tanto, tanto belli.

E per leggere tutte le altre recensioni, qui trovate calendario e link:

Martedì 5 ottobre
Librintavola
On Rainy Days
Tra 2 mondi

Federica 💋

Un pensiero su “[Review Party] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...