[Recensione] “Bad Hero” di Samantha Young

Buongiorno!

Poiché settimana scorsa vi ho parlato del primo volume, non potevo non concludere questa piccola serie romance e non recensire il secondo volume!

50629081. sy475 Titolo
Bad Hero
Titolo originale

Villain
Autore
Samantha Young

Editore
Newton Compton 
Serie
Hero #2

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2017

Formato
Digitale (2,99€)

Nadia Ray è il volto della televisione mattutina di Boston. Sicura e indipendente, ha chiuso con un passato di cui si vergogna e si sta costruendo con determinazione un futuro scintillante. Tuttavia, quando il suo nuovo capo scopre il suo segreto, comincia a ricattarla: intende infatti sfruttare la popolarità di Nadia per far salire gli ascolti. Per questo vuole che lei lo aiuti a smascherare il più grande scandalo della città.
Ed è così che Nadia, cercando di infiltrarsi nel giro degli uomini più ricchi di Boston, conosce l’affascinante Henry Lexington, bello quanto insopportabile. Se vuole davvero portare a termine il suo incarico e lasciarsi definitivamente il passato alle spalle, Nadia dovrà trovare il modo di tenerlo a bada e, soprattutto, ignorare il battito del suo cuore che si fa sempre più insistente…

Nadia Ray è una meteorologa per una rete locale, bella e intelligente, il cui capo, dopo aver scoperto un segreto del suo passato, la obbliga a scoprire cosa si nasconde nella vita del potente Caine Carraway se vuole avere una possibilità di far carriera, insieme a subire anche delle avances indesiderate.
Ma ciò che più di sconvolgente scopre è nel passato condiviso tra Caine e Alexa, la sua assistente personale, e solo quello potrebbe dare una svolta alla sua carriera come nient’altro, se solo se la sentisse di rovinare la vita di chi vi è coinvolto. Tuttavia Nadia è una persona corretta e proprio quando si è decisa ad avvertire Caine, ecco che alla sua porta si presenta il suo migliore amico, il bellissimo, ricco e playboy Henry Lexington.

Per quale cavolo di motivo Henry Lexington se ne stava davanti al portone di casa mia?

Pronto a tutto per proteggere l’uomo che per lui è come un fratello, il primo incontro tra Nadia e Henry non potrebbe essere dei peggiori, dove i pregiudizi di lui li portano a detestarsi e a farsi la guerra. Almeno finché, tra un caso di mobbing e di molestie, Henry non si rende conto di averla giudicata troppo in fretta, lei che ha un cuore d’oro e che farebbe di tutto per non rovinare la vita degli altri.
Recuperare dopo un disastroso inizio però non è facile, soprattutto quando si proviene da ambienti tanto diversi e in tanti cercano di mettere i bastoni tra le ruote a una relazione che, tra angoli da smussare, potrebbe essere una da “per sempre”. Ma Henry è determinato a farle cambiare idea, lui che di relazioni serie non ne ha mai avute e che è capace di mostrare un carattere sempre diverso.

Ho sempre pensato che tutte le cose belle diventano ancora più belle, se le conosci un po’.

Tra attimi di travolgente passione e pregiudizi che sembrano scatenare discussioni senza fine, almeno finché Henry e Nadia non depongono l’ascia di guerra, Bad Hero è una lettura divertente e forte, da un lato perché il personaggio di Henry, il suo essere farfallone non per uno scopo ma per un fascino naturale, rende maliziosi e irresistibili diversi momenti insieme. Questo “bad boy” (perché con lei non è proprio uno stinco di santo) mi è piaciuto sin dal volume precedente, dov’è solo un personaggio secondario, perché rende tutto più facile, più intrigante, mentre i temi che affrontano lui e Nadia sono dei signori temi.
Ed è proprio per i temi che, dall’altro lato, è una lettura forte, soprattutto per la sua protagonista. Tra bugie, mobbing, molestie e stalking la vita di Nadia – e di una donna in generale, ma peggio se in carriera – è tale da metterla alla prova ogni singolo giorno, senza però spezzare il suo animo e il cuore d’oro che si ritrova e che ha costruito giorno dopo giorno dopo che la sua vita è stata distrutta da un uomo come il suo capo.

Mi manchi ogni singolo istante quando non sei con me. Mi manchi come se non ti vedessi da anni.

Scritto solo dal punto di vista di Nadia – peccato, perché avrei letto volentieri la voce di Henry – questo romanzo è davvero veloce da leggere, lo si divora, soprattutto per il taglio incentrato sui momenti chiave della relazione tra Henry e Nadia, su come tra loro si crei quella fiducia per cui entrambi farebbero di tutto. Un romance divertente, frizzante, ma non per questo superficiale. Anzi davvero attento a come la società percepisce una donna in carriera e, in generale, come la si vede nelle diverse relazioni.

Direi che ho adorato di più Henry e Nadia, ma entrambi i volumi meritano!

È una serie che vi interessa? La leggerete? Fatemi sapere.

Federica 💋

Your answer

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...