[Segnalazione] “Il bacio del mare – Il sacrificio di Castel Marina” di Maria Cristina Pizzuto

Buongiorno a tutti e buon ferragosto!

Perdonate l’assenza, ma sono rimasta a letto con la febbre negli scorsi due giorni 😓 Ma voi cosa fate di bello oggi?

Io cerco di riprendermi ma nel mentre torno a segnalarvi una lettura tutta made in Italy!

Titolo
Il bacio del mare – Il sacrificio di Castel Marina
Autore
Maria Cristina Pizzuto
Editore
Policromia (PubMe)
Genere
Narrativa
Pubblicazione
Marzo 2019
Formato
Cartaceo ~ Ebook
Pagine
96
Prezzo
12€ (cartaceo) ~ 1,99€ (ebook)
Acquisto
Amazon

“Il Bacio del Mare” è il racconto di una nonna ai nipotini. È la storia di una compagnia di ragazzi che vanno a trascorrere le vacanze estive a Castel Marina, un paesino di mare. Lì Sabrina conoscerà l’amore e sarà combattuta con i fantasmi del passato e del presente, che faranno capolino interferendo con la sua vita tranquilla. Il padre di Elisabetta segnerà la linea di confine tra la sua vendetta personale, cercando un’anima simile alla sua bambina, e la possibilità per Sabrina di divenire una cosa sola con il suo Intimo, il mare, con cui ha un legame speciale. Solo il mare porterà la vera felicità a Sabrina, in un piccolo effimero bacio, dove esso toccherà il cuore della ragazza. Sabrina, con il suo sacrificio, metterà fine al tragico susseguirsi di eventi. Neanche gli amici usciranno indenni dalle inquietanti circostanze, le cui vite saranno legate per sempre.

Questa è proprio una lettura adatta al periodo estivo! L’ambientazione perfetta, nel periodo migliore in cui immergersi e soprattutto un mistero da svelare.

Grazie per essere passati a trovarmi! Passate un buon ferragosto e a presto
Federica 💋

Annunci

La mia promessa!!

E il blog compie gli anni!!

Ben 5 anni fa pubblicavo il mio primo, imbarazzato, post! Era un caldo 12 Agosto, una giornata come tante altre in cui avevo voglia di cambiare qualcosa nella mia vita. Quel qualcosa mi ha portata fino a qui, con tante recensioni, chiacchiere infinite e incontri che sono diventate collaborazioni e amicizie.

È stato un cammino con alti e bassi, ma sono sopravvissuta unicamente grazie a tutti voi che fate parte della mia famiglia virtuale! Senza, avrei chiuso i battenti già da tempo! Perciò…

Grazie, 1825 volte grazie ❤️

Oggi, però, i motivi per festeggiare sono diversi. Perché senza il blog non avrei nemmeno mai pubblicato il mio primo libro, né avrei creato nuovi racconti, uno dei quali è nato qui come Domani andiamo al mare! Un racconto che oggi diventa La mia promessa, un libro vero e proprio disponibile su Amazon 😊

Oggi è un giorno di festa e voglio condividere con tutti voi una fetta (virtuale, purtroppo) della mia torta! Perché nulla di tutto questo sarebbe stato possibile senza di voi!

Grazie ❤️

La vostra eterna debitrice
Federica

[Segnalazione] “Un’altra Maddalena” di Gianni Cardia

Ciao a tutti 😊

Come vi ho anticipato ieri, oggi tornano le segnalazioni per un’estate di letture continue!

Titolo
Un’altra Maddalena
Autore
Gianni Cardia
Editore
Policromia (PubMe)
Genere
Narrativa
Pubblicazione
Marzo 2019
Formato
Cartaceo ~ Ebook
Pagine
195
Prezzo
15€ (cartaceo) ~ 3,99€ (ebook)
Acquisto
Amazon

Maddalena è un a ragazza pura e solare che sogna l’amore. Finalmente incontra Lorenzo, di molti anni più di lei, e conosce la passione e l’emozione affettiva a cui ha anelato da lungo. Purtroppo il destino ha per lei in serbo difficili sfide e lunghi momenti bui, che metteranno alla prova la sua virtù e la sua onestà mentale. Ambientato in un piccolo paese della Sardegna, “Un’altra Maddalena” è la storia di una ragazza e poi donna che combatterà contro tutti e tutte per mantenere la sua integrità morale. Un’altra Maddalena, che conosceremo bene solo alla fine.

Spero che anche questa lettura vi abbia intrigato 😊

Noi ci risentiamo settimana prossima, ma intanto grazie di essere stati con me!

Passate un buon weekend
Federica 💋

The Flash [1ª Stagione]

Ciao a tutti!

Come vi ho annunciato ieri, anche oggi si parla di supereroi e si resta in casa DC Comics! Si tratta della prima serie spin-off appartenente all’Arrowverse, cioè l’universo in cui è ambientato Arrow. Non a caso tra queste due serie esistono numerosi richiami e vengono continuamente effettuati dei crossover, apparizioni in una nell’altra dei personaggi già conosciuti.

Titolo
The Flash 
Ideatori
Greg Berlanti, Andrew Kreisberg, Geoff Johns
Paese
Stati Uniti d’America
Anno
2014—
Genere
Supereroi, azione, drammatico, avventura
Stagioni
5
Episodi

114
Lingua
Inglese
Cast
Grant Gustin, Danielle Panabaker, Candice Patton, Rick Cosnett, Carlos Valdes, Thomas Cavanagh, Jesse L. Martin, Danielle Nicolet

A Central City i laboratori S.T.A.R. stanno per condurre un esperimento che ha del fantascientifico: un acceleratore di particelle farà scontrare a gran velocità la materia, dando agli scienziati nuove informazioni su ciò che ancora non si conosce dell’universo quantistico. In tanti vogliono assistere all’esperimento rivoluzionario, ma qualcosa durante il processo va storto e l’acceleratore esplode, scatenando su tutta la città un’onda di proporzioni gigantesche e liberando materia oscura.
L’esplosione miete numerose vittime e tra queste c’è anche Barry Allen, tecnico della polizia scientifica di Central City. Colpito dall’onda d’urto, Barry resta in coma per sei mesi, la sua vita appesa a un filo finché non sono proprio gli scienziati superstiti dei laboratori S.T.A.R. ad aiutarlo. Al suo risveglio, però, questo ragazzo normalissimo mostra delle capacità che hanno dell’incredibile: a causa della materia oscura, infatti, il suo organismo è cambiato ed è diventato l’individuo più veloce sulla Terra.
Barry, tuttavia, non è l’unico ad essere stato investito dall’esplosione. In tanti, come lui, sono diventati dei meta-umani, persone con super poteri fuori dall’ordinario e che, nella maggior parte dei casi, si rivelano dei potenziali nemici da dover fermare a ogni costo. Ma catturare gli altri meta-umani da solo è per Barry un compito impossibile, soprattutto quando fa la sua comparsa un altro individuo capace di correre veloce quanto lui.
Aiutato dagli scienziati Caitlin Snow, Cisco Ramon e Harrison Wells, i tre che ancora lavorano ai laboratori S.T.A.R., e dal detective della polizia, nonché suo padre adottivo Joe West, Barry inizia la propria carriera da supereroe sotto il nome di Flash, per fare del bene e capire come poter fermare la sua nemesi, l’Anti-Flash, l’uomo che è anche responsabile di aver ucciso sua madre tanti anni prima.
Come si diceva all’inizio, i personaggi di questa serie sono stati introdotti già nella seconda stagione di Arrow e sono intrecciati alla terza stagione di cui parlavo ieri tanto quanto gli abitanti di Starling City lo sono qui. Anche se nasce come uno spin-off, fatto salve per i vari crossover, la serie si costruisce come un prodotto indipendente, in cui personaggi e le vicende si muovono autonomamente in un contesto che è loro proprio. Per rapporto alla serie che già conosco, di questa prima stagione di The Flash ho apprezzato tantissimo gli sforzi che Barry fa per costruirsi una propria identità di supereroe rispetto all’esempio che gli viene fornito da Oliver. A differenza di Arrow, infatti, Flash appare sin da subito un eroe da gruppo, uno che ha bisogno costantemente di supporto per poter portare avanti il proprio compito. Questo aspetto non mina la sua credibilità, anzi rende più veritiero tutto il processo di autenticazione come figura eroica da parte del ragazzo che, fino a sei mesi prima, era conosciuto da tutti come goffo, impacciato e perennemente in ritardo.
Anche la complessità della trama, dai sotterfugi e dai colpi di scena che dipanano la storia del conflitto tra Flash e Anti-Flash rappresenta un punto a favore della serie, anche se l’identità del Super cattivo di questa stagione è stata, a mio avviso, una rivelazione quasi scontata. Gli indizi a questo proposito erano un’infinità, ma nonostante tutto ho seguito il crescendo dello scontro con apprensione, a riprova del fatto che, nonostante avessi capito da un pezzo contro chi stesse davvero combattendo Flash, è ben altro a rendere bella e godibile una serie tv.
Se c’è una cosa, però, che mi ha “delusa”, questa è la conclusione, soprattutto per l’indeterminatezza del comportamento di Barry e la non poi così chiara relazione tra il nemico di Flash e uno dei suoi amici più prossimi. Magari ho capito male io, ma avrei preferito una spiegazione un po’ più approfondita…

Chissà, forse i chiarimenti arriveranno con la prossima stagione! Comunque sia, sta di fatto che ho trovato un’altra serie da continuare a guardare 😆 E per fortuna che la mia sessione è definitivamente finita, altrimenti non so dove avrei trovato il tempo!

Alcuni di voi, nelle scorse settimane, mi hanno già accennato qualcosa di questa serie. Vi ritrovate? Ma soprattutto: Barry e il warmhole?!?

Grazie per essere stati con me e per aver sopportato questi due giorni nel mondo dei fumetti!

A domani
Federica 💋

Arrow [3ª Stagione]

Mercoledì!

La settimana è arrivata a metà e Io ritorna il mondo è della DC Comics con la terza stagione delle avventure di Arrow!

Titolo
Arrow
Ideatori
Greg Berlanti, Marc Guggenheim, Andrew Kreisberg
Paese
Stati Uniti d’America
Anno
2012—
Genere
Azione, fantastico, Supereroi
Stagioni
7
Episodi

160
Lingua
Inglese
Cast
Stephen Amell, Katie Cassidy, David Ramsey, Emily Bett Rickard, Willa Holland, Paul Blackthorne, Colin Donnell, Susanna Thompson, Colton Haynes, Manu Bennett, John Barrowman

Dopo aver ingannato e sconfitto il terribile omicida ed ex amico Slade Wilson, Oliver Queen e i membri della sua squadra sembra aver raggiunto una sorta di equilibrio: nessuna grande minaccia esterna pende più su Starling City, i compiti del supereroe mascherato Arrow mirano perlopiù a fermare i delinquenti comuni e la vita pubblica di Oliver può essere indirizzata alla riconquista della società di famiglia, sottraendola all’interesse del nuovo magnate della tecnologia Ray Palmer.
Ma a tenere sulle spine sono le scottanti rivelazioni avvenute alla fine della stagione precedente, quella confessione fatta per ingannare il nemico che tuttavia nasconde una verità che, vi giuro, aspettavo della prima apparizione insieme dei due personaggi! Oliver ha infatti confessato a Felicity di amarla, la sola tra tutti capace di renderlo una persona migliore, e il momento sembra essere quello giusto per far convivere entrambe le vite che i due conducono. Proprio quando le cose stanno andando per il verso giusto, ecco che il passato vissuto sull’isola chiamata Purgatorio torna a farsi vivo nel presente, con il suo carico di insegnamenti ma anche di nemici pronti a mettere i bastoni tra le ruote alla riconquistata normalità di Oliver.
Il nemico questa volta è rappresentato dalla misteriosa quanto antica Lega degli Assassini, una setta millenaria che prima metterà la vita di Oliver in pericolo e poi lo costringerà a fare delle scelte terribili, che lo porteranno lontano da tutti coloro che ama e che spingeranno i suoi amici a fare i conti con conseguenze e decisioni drastiche.
Finalmente, dopo aver passato due stagioni a combattere per riconquistare la propria umanità, Oliver mostra un lato di sé completamente nuovo, incentrato sulla comprensione di ciò che ritiene giusto fare e ciò che invece desidera ottenere. I ventitré episodi mostrano come i personaggi cerchino di affrontare e siano influenzati dalla sua lotta interiore, senza tuttavia lasciare ad Oliver il primato (e il peso) dell’azione. Tutti, a loro modo e con i loro propri caratteri, si fanno protagonisti delle vicende che coinvolgono il vendicatore mascherato. Ho apprezzato tantissimo la centralità e la forza decisionale di Felicity, il suo non voler aspettare di fronte all’indecisione del “protagonista” e i tentativi a volte disperati di salvarlo da se stesso e dal proprio senso di responsabilità. Altri due compagni che ho trovato interessanti nella stagione sono Diggle e Roy, cioè Arsenal, la spalla con il costume rosso. Entrambi dimostrano che la serie, per quanto porti il nome di un unico personaggio, non è affatto composta solo da Oliver/Arrow, ma funziona soprattutto perché questo supereroe lavora con un team pronto a tutto per sostenerlo e aiutarlo.
Il bello della serie tv è proprio questa molteplicità di punti di vista, un elemento che racconta come l’esempio di un unico uomo (potete chiamarlo personaggio, supereroe o vendicatore, come volete) non si fermi al semplice aiuto, ma scateni una reazione a catena per la quale tutti si sentono in dovere di contribuire alla causa. Inoltre, rispetto alla freddezza delle precedenti stagioni, questa mi ha decisamente trascinato, commosso e stupito, arrivando anche a farmi arrabbiare per diversi momenti di suspense che avrei volentieri evitato ma che la rendono, alla fine, interessantissima.

Se avete seguito le recensioni precedenti, potete vedere che questa stagione è al momento la mia preferita! Ne succedono veramente di tutti i colori e per il mio povero cuore ci sono anche momenti davvero provanti! Inutile dirvi che ormai è amore anche con i Supereroi della DC Comics!

Supereroi che fanno ritorno anche domani, perché questa stagione di Arrow introduce un elemento chiave delle serie tv di questa casa: i crossover! Infatti qui abbiamo la comparsata costante di Barry Allen, alias… Il supereroe di cui parlerò domani!

Grazie per essere stati con me. Passate una buona giornata e a domani
Federica 💋