[Segnalazione] “Fantàsià” per l’Associazione ASROO

Buongiorno a tutti e buon mercoledì!

La segnalazione di oggi è molto, molto importante! Si tratta di una raccolta di racconti a scopo benefico per sostenere l’ASROO, l’Associazione Scientifica Retinoblastoma e Oncologia Oculare di Siena che si occupa di ricerca sul Retinoblastoma, tra i tumori più frequenti in età infantile.

Titolo
Fantàsià
Autore
Aharan Lee, Elena Panzera, Giorgia Sbuelz, Greta Guerrieri, Maggie Van Der Toorn, Monica Serra, Silvia Bruni, Stefano Labbia
Editore
Self Published
Anno
2020
Genere
Fantastico, raccolta di racconti
Formato

Cartaceo (15€) ~ Ebook (3,99€)
Pagine

166
Acquisto
Amazon

L’intero ricavato dell’antologia andrà devoluto a favore dell’ASROO. ASROO è un’associazione nazionale con sede a Siena che si occupa di ricercare fondi per sostenere la ricerca sul retino-blastoma, il tumore oculare più frequente in età pediatrica. Si tratta di una malattia rara diffusa in tutto il mondo. In Europa, Siena è il terzo centro dopo Parigi e Londra per numeri di casi trattati. L’Associazione dal 2011 finanzia borse di studio a giovani ricercatori e acquista macchinari altamente innovativi per diagnosticare precocemente la malattia. Nell’antologia si sperimenta il tema della fantasia, insieme a: Aharan Lee, Elena Panzera, Giorgia Sbuelz, Greta Guerrieri, Maggie Van Der Toorn, Monica Serra, Silvia Bruni, Stefano Labbia.

L’associazione

ASROO – Associazione Scientifica Retinoblastoma e Oncologia Oculare è nata il 27 aprile 2010 per iniziativa di medici e biologi del Centro di riferimento del Retinoblastoma, dell’Unità di Oftalmologia e della Sezione di Biochimica del Dipartimento di Medicina Interna Scienze Endocrino Metaboliche e Biochimica di Siena, che già da alcuni anni stanno collaborando per un progetto di ricerca sul retinoblastoma.

L’Associazione si prefigge le seguenti finalità:
– migliorare le conoscenze medico-scientifiche nel vasto campo dei tumori oculari;
– migliorare la qualità dei servizi offerti ai pazienti;
– diffondere e divulgare le conoscenze scientifiche raggiunte nel settore attraverso opuscoli distribuiti negli ospedali, negli studi medici, nelle manifestazioni pubbliche quali seminari e convegni;
– sostenere tramite raccolta di fondi il miglioramento dei centri specialistici dedicati attraverso la donazione di apparecchiature scientifiche.

È un progetto decisamente importante e va sostenuto in ogni modo possibile!

Federica 💋

Un’eredità per Natale

Buongiorno e quasi buon appetito (vista l’ora)!!

Oggi il blog entra ufficialmente in clima natalizio – e finalmente, dato che è già il 23! – con un film davvero carino, incentrato su cosa significhi davvero questo periodo dell’anno 😊

Titolo
Un’eredità per Natale
Titolo originale
Christmas Inheritance
Regia
Ernie Barbarash
Anno
2017
Genere
Commedia romantica
Lingua
Inglese
Paese di produzione
Stati Uniti d’America
Sceneggiatura

Dinah Eng
Cast
Eliza Taylor, Jake Lacy, Andie MacDowell, Michael Xavier, Neil Crone, Anthony Sherwood, Joanna Douglas, Martin Roach

L’elegante e viziata Ellen, amante della mondanità, per poter ereditare l’azienda del padre deve tornare nel suo paesino: qui tra lavoro e altruismo imparerà i veri valori della vita.

Come tipica commedia natalizia, questo originale Netflix mi è sembrato adatto ad inaugurare il weekend che porta proprio a Natale!
Allora, come dicevo è una tipica commedia romantica adatta a questo periodo e con tutti i caratteri tipici del genere: una protagonista che deve riscoprire il vero spirito del Natale, con un fidanzato decisamente insopportabile (e che avrei preso a schiaffi dopo nemmeno trenta secondi…), e un coprotagonista che è l’esatto opposto di lei ma con il quale sente nascere subito una chimica particolare, ovviamente dopo un primo incontro disastroso. Niente di nuovo, insomma, né di non visto in altri film in cui i ruoli lui/lei erano invertiti, però l’ho trovato lo stesso carino.
Avendo visto film natalizi a iosa, e conoscendo il genere (parliamo pur sempre di un romance), il lieto fine tra i due protagonisti è scontato e arriva puntualmente dopo un momento di rottura, eppure, anche se sembra la solita storia trita e ritrita, Un’eredità per Natale rientra in una categoria di film che non mi stancherò mai di guardare. Perché è dolce, ricco di spirito natalizio, romantico ma soprattutto, ed è l’aspetto più importante, perché mette in primo piano un aspetto non così scontato del Natale: l’altruismo.
Tutta la pellicola infatti ruota attorno all’idea della beneficenza, dell’aiutare il prossimo in un momento di difficoltà, ben consapevoli che magari non gli cambieremo la vita (non nel lungo periodo) ma, almeno per un po’, gli mostreremo che c’è del calore che lo attende e che non è solo a questo mondo, che la sua vita è importante per qualcuno. La storia di Ellie e Jake, questi i nomi dei due protagonisti, è toccante per questo, perché va al di là del risvolto romantico (giocando anche su quando sia il “momento giusto per un bacio”) e ribadisce cosa sia davvero importante: ricordarsi degli altri, non solo perché è Natale, anzi il giorno di Natale nemmeno si vede – il film è ambientato infatti nei tre giorni che lo precedono –, ma perché è la cosa umanamente giusta da fare.

E voi che rapporto avete con i film di Natale? Io li adoro, soprattutto se sono un po’ sdolcinati perché sono una romanticona, ormai lo sapete! Questo è consigliato, da vedere assolutamente in questo weekend!

A presto
Federica 💋