[Recensione] “Bad Hero” di Samantha Young

Buongiorno!

Poiché settimana scorsa vi ho parlato del primo volume, non potevo non concludere questa piccola serie romance e non recensire il secondo volume!

50629081. sy475 Titolo
Bad Hero
Titolo originale

Villain
Autore
Samantha Young

Editore
Newton Compton 
Serie
Hero #2

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2017

Formato
Digitale (2,99€)

Nadia Ray è il volto della televisione mattutina di Boston. Sicura e indipendente, ha chiuso con un passato di cui si vergogna e si sta costruendo con determinazione un futuro scintillante. Tuttavia, quando il suo nuovo capo scopre il suo segreto, comincia a ricattarla: intende infatti sfruttare la popolarità di Nadia per far salire gli ascolti. Per questo vuole che lei lo aiuti a smascherare il più grande scandalo della città.
Ed è così che Nadia, cercando di infiltrarsi nel giro degli uomini più ricchi di Boston, conosce l’affascinante Henry Lexington, bello quanto insopportabile. Se vuole davvero portare a termine il suo incarico e lasciarsi definitivamente il passato alle spalle, Nadia dovrà trovare il modo di tenerlo a bada e, soprattutto, ignorare il battito del suo cuore che si fa sempre più insistente…

Nadia Ray è una meteorologa per una rete locale, bella e intelligente, il cui capo, dopo aver scoperto un segreto del suo passato, la obbliga a scoprire cosa si nasconde nella vita del potente Caine Carraway se vuole avere una possibilità di far carriera, insieme a subire anche delle avances indesiderate.
Ma ciò che più di sconvolgente scopre è nel passato condiviso tra Caine e Alexa, la sua assistente personale, e solo quello potrebbe dare una svolta alla sua carriera come nient’altro, se solo se la sentisse di rovinare la vita di chi vi è coinvolto. Tuttavia Nadia è una persona corretta e proprio quando si è decisa ad avvertire Caine, ecco che alla sua porta si presenta il suo migliore amico, il bellissimo, ricco e playboy Henry Lexington.

Per quale cavolo di motivo Henry Lexington se ne stava davanti al portone di casa mia?

Pronto a tutto per proteggere l’uomo che per lui è come un fratello, il primo incontro tra Nadia e Henry non potrebbe essere dei peggiori, dove i pregiudizi di lui li portano a detestarsi e a farsi la guerra. Almeno finché, tra un caso di mobbing e di molestie, Henry non si rende conto di averla giudicata troppo in fretta, lei che ha un cuore d’oro e che farebbe di tutto per non rovinare la vita degli altri.
Recuperare dopo un disastroso inizio però non è facile, soprattutto quando si proviene da ambienti tanto diversi e in tanti cercano di mettere i bastoni tra le ruote a una relazione che, tra angoli da smussare, potrebbe essere una da “per sempre”. Ma Henry è determinato a farle cambiare idea, lui che di relazioni serie non ne ha mai avute e che è capace di mostrare un carattere sempre diverso.

Ho sempre pensato che tutte le cose belle diventano ancora più belle, se le conosci un po’.

Tra attimi di travolgente passione e pregiudizi che sembrano scatenare discussioni senza fine, almeno finché Henry e Nadia non depongono l’ascia di guerra, Bad Hero è una lettura divertente e forte, da un lato perché il personaggio di Henry, il suo essere farfallone non per uno scopo ma per un fascino naturale, rende maliziosi e irresistibili diversi momenti insieme. Questo “bad boy” (perché con lei non è proprio uno stinco di santo) mi è piaciuto sin dal volume precedente, dov’è solo un personaggio secondario, perché rende tutto più facile, più intrigante, mentre i temi che affrontano lui e Nadia sono dei signori temi.
Ed è proprio per i temi che, dall’altro lato, è una lettura forte, soprattutto per la sua protagonista. Tra bugie, mobbing, molestie e stalking la vita di Nadia – e di una donna in generale, ma peggio se in carriera – è tale da metterla alla prova ogni singolo giorno, senza però spezzare il suo animo e il cuore d’oro che si ritrova e che ha costruito giorno dopo giorno dopo che la sua vita è stata distrutta da un uomo come il suo capo.

Mi manchi ogni singolo istante quando non sei con me. Mi manchi come se non ti vedessi da anni.

Scritto solo dal punto di vista di Nadia – peccato, perché avrei letto volentieri la voce di Henry – questo romanzo è davvero veloce da leggere, lo si divora, soprattutto per il taglio incentrato sui momenti chiave della relazione tra Henry e Nadia, su come tra loro si crei quella fiducia per cui entrambi farebbero di tutto. Un romance divertente, frizzante, ma non per questo superficiale. Anzi davvero attento a come la società percepisce una donna in carriera e, in generale, come la si vede nelle diverse relazioni.

Direi che ho adorato di più Henry e Nadia, ma entrambi i volumi meritano!

È una serie che vi interessa? La leggerete? Fatemi sapere.

Federica 💋

[Review Party] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Buongiorno 😊

E dopo avervi tanto stuzzicato con questo romanzo, oggi ve ne propongo la recensione per il Review Party!

Grazie all’autrice per la copia!

Titolo
Sei solo tu

Autore
Monica Brizzi

Editore
Self publishing
Serie
Social Series #3

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2021

Formato
Cartaceo (9,36€) ~ Digitale (2,99€)
Acquisto

Amazon

«Ho lasciato la borsa in uno studio medico qui vicino, non so come accidenti ho fatto ma è tutto lì! Per favore! Rallenta! Se mi cerchi sui social mi trovi, sono una content creator, anche se atipica, e, dai, per favore! Mi serve solo un telefono per contattare qualcuno!»
Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.
Me ne frego. Cioè, potrebbe essere una stalker che ha saputo in che zona vivo e si inventa una storia per intrappolarmi. Perché poi, chi è che lascerebbe la borsa in uno studio medico?
Me ne frego. Me. Ne. Frego.  

Quasi opposti, eppure non così diversi, Mira e Sebastian si conoscono nel peggior modo possibile e non possono immaginare che uno scambio di parole, battute e sguardi infuriati sotto la pioggia, sarà l’inizio di un cambiamento epocale.   
Attore bello e famoso lui, content creator spontanea e attenta all’ambiente lei. Che la storia abbia inizio. Romantica, simpatica, ma anche un po’ sofferta.  

Mira, content creator famosa sui social per l’uso di cosmetici total vegan, si ritrova sotto un temporale di proporzioni epiche senza borsa, né cellulare, e la sola persona che le passa accanto non solo non sembra intenzionata a darle una mano, ma si guarda bene dall’avvicinarsi a lei, anche se l’ha sentita chiedergli aiuto.
Però per Sebastian, attore di fama mondiale bello come un dio, quella pazza che canticchia da sola in mezzo sl marciapiede potrebbe essere una fan fuori controllo che ha scoperto dove abita e che potrebbe iniziare a perseguitarlo senza dargli tregua. Tuttavia, il dubbio lo spinge a guardarla meglio, a chiedersi se può davvero essere chi ha detto per attirare la sua attenzione. Forse è davvero una ragazza normale e tanto gli basta per cedere e permetterle di seguirlo dentro casa.

Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.

Ed è tra uno sguardo minaccioso, una domanda personale e in attesa di vestiti da far asciugare che Mira e Sebastian trascorrono la serata più strana delle loro vite, a raccontarsi segreti che mai avrebbero creduto di condividere con un estraneo, mentre l’attrazione si fa largo tra loro come un pensiero sempre più insistente. Proprio l’attrazione, insieme alla certezza che dopo quella sera non si rivedranno più, li portano a scegliere di stare insieme, del sesso che è diverso da ogni altro ma che si chiude con accuse orribili (da parte di Sebastian) e di una fuga che già presuppone un cuore spezzato da tanta cattiveria (Mira).
Ma ciò che doveva finire in una sera torna a ripresentarsi sotto forma di un appuntamento per conoscersi meglio, per andare oltre le apparenze di divo del cinema e di ragazza “finta brutta”, un tentativo che prosegue anche quando gli impegni di lavoro li separano e portano Mira e Sebastian a capire chi sono davvero, con le loro luci e, soprattutto, le ombre.

Un mix di sensazioni mi si spaccano nel costato. La tenerezza, il desiderio, la realizzazione di quanto sia carina.

Due protagonisti che non potrebbero essere più diversi, Mira e Sebastian sono poli opposti che si scontrano e rimangono inevitabilmente catturati nell’orbita reciproca, incapaci di separarsi perché la collisione ha generato un universo tutto loro dove potersi sentire bene. Espansiva, chiacchierona ma davvero tanto sensibile, Mira fa dell’accettazione estetica un lavoro a tutti gli effetti, lei che non rispetta i canoni di bellezza propinati dalla società e fa di tutto per dimostrare che, non solo non sono poi attinenti con la realtà, ma fanno anche male alla salute.
Un esempio lo è proprio Sebastian, schiacciato dalle aspettative di perfezione che la fama e la visibilità gli impongono, lui che si vede in un modo tutt’altro che perfetto a causa di un “difetto” con cui è nato e che lui percepisce come causa di buona parte dei fallimenti amorosi che caratterizzano la sua vita. Un “difetto” che non è tale e che ha bisogno di una persona come Mira per essere metabolizzato e, pian piano, accettato.
Sono due individui complessi e insieme capaci di tanto, anche di affrontare temi difficili e dolorosi, facendo sentire la loro voce in un flusso continuo, quasi come se condividessero i pensieri.

Casa. Mira è casa. E il contatto fa fibrillare tutto.

È questa la particolarità che più mi ha colpito di Sei solo tu, oltre a Sebastian (ovviamente), quel confluire di capitolo in capitolo senza stacchi, mentre le frasi e i pensieri dei protagonisti si susseguivano e continuavano senza interruzioni, una lunghezza d’onda non solo di sentimenti e passioni, ma anche di paure e domande che ha reso la lettura emozionante e davvero magica. Lo stile incalza, spinge a leggere pagina dopo pagina per comprendere a fondo Mira e Sebastian, per sperare che ciò che c’è tra loro duri più di una qualche sera rubata al mondo esterno, alla vita che pretende troppo da entrambi e li spinge verso atteggiamenti che sarebbero scontati ma che sanno fare del male a loro stessi, e all’altro (niente spoiler su chi ha maggiori difficoltà a superarli).
È il terzo volume della Social Series e come i precedenti affronta un aspetto particolare del nostro uso dei social network, sempre attento all’altra faccia della medaglia di questi potenti mezzi di comunicazione e a come questi distorcono la nostra percezione della realtà, come portano anche a problemi davvero seri e ai quali bisogna prestare attenzione. Una vera chicca, che mi ha fatta innamorare dei suoi personaggi imperfetti e per questo tanto, tanto belli.

E per leggere tutte le altre recensioni, qui trovate calendario e link:

Martedì 5 ottobre
Librintavola
On Rainy Days
Tra 2 mondi

Federica 💋

[Recensione] “Hero” di Samantha Young

Buongiorno e buon inizio settimana 😊

Ormai ottobre si è bello che avviato e combatto il freddo sempre più presente a suon di tisane e libri, pronta per affrontare questo autunno ricco di novità!

35783443. sy475 Titolo
Hero
Titolo originale

Hero
Autore
Samantha Young

Editore
Newton Compton 
Serie
Hero #1

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2017

Formato
Cartaceo (6,90€) ~ Digitale (2,99€)

Suo padre è sempre stato un eroe per Alexa, finché non ha scoperto che lei e la madre non erano la sua unica famiglia. Da allora, Alexa si è impegnata a voltare pagina ma un uomo che è stato danneggiato quanto lei da suo padre entra nella sua vita. Caine sa che non potrà mai essere il suo principe azzurro e tenta di allontanarla. Quando si troveranno sull’orlo del baratro, capirà di essere disposto a tutto per proteggerla.

Alexa Holland è perfetta nel suo lavoro come assistente personale, almeno finché sul set dove il suo capo sta lavorando non arriva Caine Carraway, magnate di Boston famoso per essere senza cuore e bello come un dio. Ma per Alexa è anche altro, è il giovane a cui suo padre ha rovinato la vita, seducendo sua madre e lasciandola morire per overdose, e verso il quale nutre un odio viscerale, un odio che finisce per travolgere la stessa Alexa.
Perché lei sa che torti ha subito e quando prova a fare ammenda si ritrova travolta dalla sua furia, poco importa l’attrazione che sembra passare tra loro. Licenziata a causa di Caine, sarà proprio a lui che chiederà aiuto per riavere il proprio lavoro, solo per trovarsi a essere la sua assistente personale, coinvolta nella sua vendetta personale che consiste nel rendere la sua vita lavorativa un vero e proprio inferno.

Non potevo spiegare la connessione che sentivo con lui. Sapevo solo che era possibile che fossi l’unica persona capace di comprendere la sua sofferenza e… scoprii che volevo stargli vicino in qualche modo.

Ma più gli attriti crescono, più è difficile tenere separate vita privata e lavorativa, e per Alexa e Caine diventa impossibile tenere a bada l’attrazione e la gelosia, anche quando lui si comporta come uno scostante menefreghista interessato solo a rovinarle l’esistenza, lei che, con la potente e ricca famiglia degli Holland, ha ben poco a che vedere.
Ma se non bastasse l’incostanza personale di Caine a complicare il loro rapporto, arrivano anche delle minacce da entrambi i loro passati a metterli alle strette, finendo per stravolgere ciò che c’è tra loro e per segnare forse in modo indelebile il loro legame.
Classico office romance, Hero è una storia d’amore travagliata che vede Alexa, una protagonista sarcastica, emotiva e determinata, alle prese con un uomo decisamente difficile, scontroso e dal carattere deciso. Tutte caratteristiche che fanno di Caine un assoluto maniaco del controllo dal comportamento altalenante e che spesso fa venire la tentazione di prendere a sberle (un coprotagonista che, a conti fatti, non mi ha poi fatta impazzire).

Non avevo mai incontrato nessuno come te. Non c’è nessuno come te.

Tuttavia, la baraonda emotiva che circonda questi due opposti li rende anche davvero perfetti l’uno per l’altra, coinvolta in una passione travolgente che la penna di Samantha Young racconta in modo emozionante. C’è tanto dietro a questi due personaggi dall’apparenza incompatibili, una coppia che rischia di scoppiare a causa dello sguardo puntato sul passato e che non permette loro, soprattutto a Caine, di fidarsi dell’altro nemmeno quando c’è di mezzo la vita e una minaccia che rischia di separarli per sempre.
Scontato sperare nel lieto fine, però ci si arriva in modo inaspettato e con quel piccolo brivido di tensione che fa mettere in dubbio fino in fondo che accada, prima o poi, quel finale mozzafiato capace di far sciogliere il cuore.

C’è un personaggio, il migliore amico di Caine, che merita più di lui e infatti non vedo di leggere la sua storia!

Per ora mi concentro su una novità bella bellina e che riguarda un mio nuovo libro!

Federica 💋

[Segnalazione] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Buongiorno e buon venerdì 😊

Dopo aver partecipato alla cover reveal, arriva ad aprire il nuovo mese la segnalazione per il romanzo di Monica Brizzi, terzo e ultimo volume della sua Social Series!

Titolo
Sei solo tu
Autore
Monica Brizzi
Editore
Self publishing
Serie
Social Series #3
Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 
Pubblicazione
Ottobre 2021
Formato
Cartaceo ~ Digitale (2,99€)

«Ho lasciato la borsa in uno studio medico qui vicino, non so come accidenti ho fatto ma è tutto lì! Per favore! Rallenta! Se mi cerchi sui social mi trovi, sono una content creator, anche se atipica, e, dai, per favore! Mi serve solo un telefono per contattare qualcuno!»
Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.
Me ne frego. Cioè, potrebbe essere una stalker che ha saputo in che zona vivo e si inventa una storia per intrappolarmi. Perché poi, chi è che lascerebbe la borsa in uno studio medico?
Me ne frego. Me. Ne. Frego.  

Quasi opposti, eppure non così diversi, Mira e Sebastian si conoscono nel peggior modo possibile e non possono immaginare che uno scambio di parole, battute e sguardi infuriati sotto la pioggia, sarà l’inizio di un cambiamento epocale.   
Attore bello e famoso lui, content creator spontanea e attenta all’ambiente lei. Che la storia abbia inizio. Romantica, simpatica, ma anche un po’ sofferta.  

La serie

Per un bacio e (molto) piùTutto ciò che siamoSei solo tu

L’autrice

Autrice. Moglie. Mamma. Lettrice. Docente. Adora inventare storie e scriverle. Oltre a Sei solo tu è autrice della trilogia La Principessa dei Mondi e dei romance Ogni singola cosaAmore, libri e piccole follieÈ qui che volevo stare, Per un bacio e (molto) più e Tutto ciò che siamo, primi volumi stand alone della Social Series.

Contatti

Facebook – Instagram – Goodreads – Blog

Ed è già online!! È davvero bello e ne riparleremo anche qui 😍

Federica 💋

[Review Party] “Tutto ciò che siamo” di Monica Brizzi

Buongiorno 😊

Oggi proseguiamo con le recensioni dedicate ai Romance e ho il piacere di partecipare al Review Party dedicato all’uscita dell’ultimo volume di Monica Brizzi, nonché secondo della Social Series (il primo è Per un bacio e (molto) più ❤︎ )!

Grazie all’autrice per avermi coinvolta nell’evento e per la copia del romanzo.

Titolo
Tutto ciò che siamo 

Autore
Monica Brizzi

Editore
Self publishing
Genere
Contemporary romance

Serie
Social Series #2

Pubblicazione
Marzo 2021

Formato
Cartaceo (9,36€) ~ Digitale (2,99€)

Pagine
250
Acquisto
Amazon

Gianluca Zetti è il mio peggior amico. O miglior nemico.  
È intelligente e acuto, superficiale e poco empatico. Bello, ricco e con il mondo ai suoi piedi. 
È un ex calciatore, attualmente giornalista. È la mia nemesi. 
E lavoriamo insieme.

Zoe Liu Gambetti è una giornalista, la migliore nel suo genere. Bella da far male, vegana e orgogliosa, è la mia spina sul fianco. Da tutta la vita. 
La sua scrivania è a due passi dalla mia.
Il che significa che sono finito.

Zoe e Gianluca, entrambi giornalisti e nomi di punta di Should, una realtà di giornalismo online e su più social che si occupa di analizzare la realtà non secondo la morale e il perbenismo tanto comuni ma come questa è davvero, su argomenti non sempre facili da trattare e comunque sempre attenti alle nuove problematiche sociali e ambientali.
Entrambi, Zoe Liu Gambetti e Gianluca Zetti, bravi, belli e determinati. Sarebbero un duo formidabile. Se solo non si conoscessero sin dalle scuole e non fossero eterni nemici.

«La voce roca di solito funziona?»
Mi guarda e sembra volersi mangiare le stelle. «Sulle donne normali? Sì.»
«Quindi io non lo sono?»
«Parti dal presupposto che voglia portarti a letto.»

Gianluca e Zoe hanno infatti frequentato la stessa scuola superiore: lei l’eterna alternativa vista come fricchettona che si batte per un mondo più giusto e con meno sfruttamento; lui il divo della scuola, il calciatore e figlio di papà che aveva quel mondo ai suoi piedi. Lei la vittima di origini miste italo-cinesi, lui il bullo che non si lasciava scappare un’occasione per punzecchiarla. La coppia perfetta di nemesi, ma con personalità e intelletti così affini da poter essere, in rari e unici momenti, anche la spalla l’uno dell’altra. Anche ad anni di distanza, dietro alle scrivanie di un giornale alternativo al senso comune.
Tra battute di cattivo gusto e rimbotti sul filo dell’insulto non troppo velato, la collaborazione a stento tollerata viene messa alla prova quando il loro lungimirante capo li spedisco in un glamping per lavoro: Zoe dovrà recensire la struttura mentre Gianluca scriverà un articolo su di sé e la sua vecchia squadra di calcio, magari imparando dalla collega qualche trucco sulla comunicazione nei social. E poiché è per lavoro, non c’è rivalità che tenga. Si parte. Solo che nulla va come sperato; anzi, succede un immenso finimondo, capace di mettere in discussione Zoe, Gianluca, i loro sentimenti e persino il loro stesso passato.

Se solo non fosse tanto stronzo e non si atteggiasse a superficiale, credo che potremmo essere amici. Tuttavia so che non succederà, non è mai successo.

Tutto ciò che siamo è il secondo volume della Social Series, la serie dove a fare da collante è il rapporto che i protagonisti hanno con i loro profili social e l’uso che ne fanno, oltre a giocare, i social, un ruolo chiave nel loro lavoro. Dopo Un bacio e (molto) più, a catturare l’attenzione e il cuore di chi legge sono due coprotagonisti molto diversi tra loro, ma non per questo meno adorabili. Zoe e Gianluca sono agli antipodi in tutto, dallo stile di vita alla condotta nei confronti del cibo e del vivere su questo pianeta. Agli antipodi, sì, ma entrambi accumunati da una linea di pensiero e da una mentalità aperta che permette loro di cogliere il punto di vista dell’altro. Almeno finché non si inizia a parlare di sentimenti e del passato che li ha visti scontrarsi così tante volte.
Alternando il punto di vista, Monica crea due persone incredibili, tanto fragili quanto determinate e cocciute, capaci di grandi sentimenti ma anche di ferire in maniera profonda, una capacità che il caro Gianluca esercita davvero alla grande. Zoe è una ragazza davvero fantastica, forse un po’ cieca davanti alle motivazioni che spingono la sua nemesi ad agire, e ho adorato i suoi tentativi di essere allegra anche davanti a momenti in cui lui sarebbe stato da mollare su due piedi.

Non voglio pensare. Non voglio guardarlo.
Non so se ascolta le mie parole, se è consapevole che ci sono. Se mi cerca come io cerco lui, se la notte popolo i suoi sogni come lui popola i miei.

Di contro, le ragioni che spingono Gianluca a comportarsi come fa si scoprono poco a poco, in un coinvolgimento emotivo che spiazza e fa venire i brividi. Insieme sono una bella coppia, che crea scintille in ogni senso possibile e che, come già Laila e Marco nel primo volume, sensibilizzano su più temi ma tutti attualissimi.
Qui infatti abbiamo non solo il discorso, trattato in modo velato ma incisivo, della multiculturalità e dell’integrazione, ma anche dell’alimentazione e del vivere in modo ecosostenibile, in una rappresentazione completa degli argomenti che vanno ad abbattere un po’ dei luoghi comuni che girano su questi argomenti e che, più volte, mi hanno fatta fermare a pensare a quanto il mio vissuto coincida o diverga da quanto presentato da Zoe e Gianluca. Insomma, Tutto ciò che siamo è una lettura emozionante e da batticuore ma attenta anche ad argomenti davvero vitali e importanti.

Se girate qui sul blog da un po’, ormai sapete quanto io adori i romanzi di questa autrice e i suoi incredibili personaggi. Certo, alcuni resteranno nel cuore come la coppia perfetta, ma Zoe e Gianluca sono davvero fantastici, tutti da scoprire e amare! Che altro devo fare per consigliarvi questo libro?!

Ovviamente, fatemi sapere se rientra nei vostri gusti e se è già nella To-Be-Read!

Federica 💋