Appunti di scrittura #4

Buongiorno 😊

Più che di veri appunti di scrittura, questa volta si tratta quasi di comunicazioni di servizio. Tra meno di un mese, infatti, si chiuderà l’On Rainy Days Contest (18 Dicembre) e il giorno successivo ci sarà l’annuncio dei vincitori, nonché la pubblicazione del mio secondo romanzo, Curadh!!

Ormai la data si avvicina e mentre sto terminando gli ultimi due capitoli (ancora non ci credo che è quasi finito!!!), ho iniziato il tremendo lavoro di revisione e editing… Potendo mi ucciderei, perché è persino peggio dello scrivere con un blocco mentale grande come una casa!! Però devo farlo e per fortuna in famiglia mi danno una mano con la caccia ai refusi e con le critiche (per uno snellimento in massa), altrimenti non saprei come fare 😓

Giusto per creare un po’ di aspettativa, ho pensato di mostrarvi la copertina del nuovo libro ma non nella sua versione definitiva, in quella offuscata 😈 

copertina-fronte-copia

Non è chiarissima, però qualcosa si capisce, non credete?? Se siete curiosi di scoprirla, tenete duro, perché il 19 Dicembre arriverà in un lampo (credetemi 😉)

Ma Curadh non è la sola pubblicazione in vista, perché c’è anche la raccolta di Una scribacchina bagnata fradicia. I racconti in cui ho deciso di pubblicare una selezione dei racconti tra quelli nati durante le rubriche settimanali.
Prima di iniziare questo post cercavo di mettere a punto una scaletta, o una selezione tra le storie che potrei pubblicare, e di certo ci saranno tutte le avventure di Neil e Rebecca (più qualche aggiunta che ho tenuto segreta) e i capitoli successivi di Ghostwriter. Pensavo poi di rivisitare Speed Date e aggiungerlo, poi per gli altri vedrò in questi giorni! Voi avete preferenze?? Spulciateli e ditemi di quali vi piacerebbe leggere qualcosa in più 😊
Anche qui, comunque, mi aspetta un gran lavoro di editing e credo di non essere psicologicamente pronta 🤔 Vedremo!

Visto, solo informazioni di servizio per questo Lunedì, però spero di avervi incuriositi un pochino, anche perché molti dei miei racconti non sarebbero nati senza i vostri commenti e la vostra presenza!! Il tempo che mi dedicate sarà ricompensato 😉

Vi auguro una buona giornata
Federica 💋

Singing in the Rain #4 : Thriller by Michael Jackson

Buongiorno 🎃

Eccoci a questo nuovo appuntamento con Singing in the Rain

Ci sono tanti mostri nelle canzoni, ma quello che più mi ha spaventata è sicuramente lo zombie di questa! Avevo 5 o 6 anni quando ho visto il video per la prima volta, perciò ne ho un ricordo di puro terrore. Rivedendolo adesso è un po’ passato, ma non troppo 😅

Coraggio-tattoo

Informazioni generali

TitoloThriller
Artista: Michael Jackson
AlbumThriller
Compositore: Rod Temperton
Genere: Pop, funk
Anno: 1982
# Traccia: 4 di 9
Singolo: sì, è stato il settimo e ultimo singolo estratto dall’album (1983)

Copertina album

Michael_Jackson_-_Thriller

Video

Testo

It’s close to midnight and something evil’s lurking in the dark
Under the moonlight you see a sight that almost stops your heart
You try to scream but terror takes the sound before you make it
You start to freeze as horror looks you right between the eyes,
You’re paralyzed

(È quasi mezzanotte e qualcosa di malvagio è in agguato nell’oscurità
Sotto la luna vedi un lampo che quasi ti ferma il cuore
Cerchi di urlare ma il terrore ti toglie la voce prima di farlo
Inizia a gelare mentre l’orrore ti guarda negli occhi
Sei paralizzato)

[Ritornello]
‘Cause this is thriller, thriller night
And no one’s gonna save you from the beast about to strike
You know it’s thriller, thriller night
You’re fighting for your life inside a killer, thriller tonight

(Perché è ciò che da i brividi, notte da brividi
E nessuno ti salverà dal mostro che sta per colpire
Sai che da i brividi, notte da brividi
Stai lottando per la tua vita dentro un omicida, stanotte da i brividi)

You hear the door slam and realize there’s nowhere left to run
You feel the cold hand and wonder if you’ll ever see the sun
You close your eyes and hope that this is just imagination
But all the while you hear the creature creepin’up behind
You’re out of time

(Senti la porta sbattere e capisce che non puoi correre da nessuna parte
Senti la mano fredda e ti chiedi se vedrai mai il sole
Chiudi gli occhi e speri che sia solo l’immaginazione
Ma nel frattempo senti la creatura strisciare dietro di te
Non hai più tempo)

[Ritornello]

[Ponte]
Night creatures call
And the dead start to walk in their masquerade
There’s no escapin’ the jaws of the alien this time (they’re open wide)
This is the end of your life

(Le creature della notte chiamano
E i morti iniziano a camminare con le loro maschere
Non c’è via di fuga dalle mascelle dell’alieno questa volta (sono ben aperte)
È la fine della tua vita)

They’re out to get you, there’s demons closing in on every side
They will possess you unless you change the number on your dial
Now is the time for you and I to cuddle close together
All thru the night I’ll save you from the terrors on the screen,
I’ll make you see

(Sono qui per prenderti, ci sono demoni che si avvicinano da ogni lato
Si impossesseranno di te a meno che non cambi la tua frequenza
Adesso è tempo che tu ed io ci abbracciamo stretti
Per tutta la notte ti salverò dai terrori dello schermo
Te lo dimostrerò)

[Ritornello]

[Rap – Vincent Price]
Darkness falls across the land
The midnite hour is close at hand
Creatures crawl in search of blood
To terrorize y’awl’s neighbourhood
And whosoever shall be found
Without the soul for getting down
Must stand and face the hounds of hell
And rot inside a corpse’s shell
The foulest stench is in the air
The funk of forty thousand years
And grizzly ghouls from every tomb
Are closing in to seal your doom
And though you fight to stay alive
Your body starts to shiver
For no mere mortal can resist
The evil of the thriller
Can you dig it?!

(L’oscurità cala sulla terra
È quasi arrivata la mezzanotte
Le creature strisciano in cerca di sangue
Per terrorizzare tutto il tuo vicinato
E chiunque trovino
Senza il coraggio di scappare
Devi restare e affrontare i segugi dell’inferno
E marcire dentro un involucro cadaverico
La puzza più fetida riempie l’aria
La paura di quarantamila anni
E spettri da ogni tomba
Si stanno avvicinando per concludere il tuo tragico destino
E anche se stai lottando per restare vivo
Il tuo corpo inizia a tremare
Perché nessun semplice mortale può resistere
Alla malvagità di ciò che da i brividi
Puoi godertelo?!)

Meaning

È una classica canzone sugli zombie e più in generale sui mostri che popolano la notte. Non credo ci siano significati nascosti da dover analizzare…

Coraggio-tattoo

Deve confessarvi che questa è l’unica canzone di Michael Jackson che conosco! Non è un cantante che mi piace, ma l’ho sempre trovato perfetto per Halloween, chissà come mai 😄

Noi ci risentiamo domani con La météo de Baudelaire! A presto 😈

La météo de Baudelaire #2 : Le reliquie di Salem

Buongiorno e ben ritrovati al secondo appuntamento con La météo de  Baudelaire!

Oggi ho il piacere di presentarvi il libro di due scrittrici emergenti dedicato alle streghe 😊 Tutti pronti?!

Coraggio-tattoo

Copertina
copertina

Informazioni generali

TitoloLe reliquie di Salem – Discendenze
Autore: Valeria Gambino, Caterina Castello
Volume: Primo volume della saga Le Reliquie di Salem
Editore: BookSprint

Anno: 2015
Formato: Cartaceo (Copertina flessibile)
Pagine: 326
Prezzo: 18,20€ (BookSprint) / 15,47€ (Mondadori/IBS)

Link acquisto: BookSprint / Mondadori / IBS

Trama

Nel 1692 l’inquisizione giustiziò le streghe di Salem. Dietro l’uccisione delle streghe vi era il piano di due spregevoli negromanti, tale sacrificio avrebbe conferito loro il potere tanto sognato, essi sarebbero diventati dei demoni e avrebbero avuto il controllo su tutta l’umanità. Il loro piano però non andò a buon fine: una strega riuscì a scappare portando con sé dei bambini. La dinastia di Salem sarebbe continuata.  I negromanti formarono una setta per cercare e sacrificare l’ultima discendente di Salem. Sono passati secoli dal 1692, e la setta è sempre più vicina al suo obiettivo. Una profezia li guida al raggiungimento della loro aspirazione: “guardatevi da colei che ha gli smeraldi negli occhi e il fuoco nei capelli”.
 Evelyn è una normale diciassettenne, quando conosce Alexander , il suo nuovo vicino di banco, non sa che la sua vita presto verrà stravolta. Alexander non è un ragazzo come gli altri, egli appartiene alla setta di cacciatori di streghe e il suo obbiettivo è trovare la ragazza della profezia. Quando Alexander scopre che la ragazza che cerca è proprio Evelyn, prenderà una decisione che lo metterà contro ciò che resta della sua famiglia. Evelyn capirà che tutto non è come sembra, che tutti hanno dei segreti e si ritroverà ad accettare le proprie origini e il destino a lei riservato.

Estratto

Gli strinsi la mano e lui mi guardò. E’ proprio vero che gli occhi sono il miglior mezzo di comunicazione. Il modo in cui Alex mi guardava esprimeva tutto il nostro amore, era come se non mi volesse lasciare andare, come se stesse assaporando ogni singolo momento, ogni singolo mio movimento o gesto.

Parere

Quella creata da queste due autrici è una bella storia, interessante e sfrutta molto bene un evento realmente accaduto che non fa assolutamente parte della nostra cultura: il rogo delle streghe di Salem. Salem è la base su cui si sviluppa la storia di Evelyn e Alexander, due diciassettenni davvero diversi dai classici adolescenti. Con Evelyn ci troviamo a scoprire un mondo oscuro fatto di magia e di una realtà sulle streghe davvero diversa da come sono sempre state dipinte, in cui i legami familiari si complicano e si intrecciano per rimescolare la trama in vista di un finale rocambolesco e concitato.
Ma il punto di forza di questo romanzo è una narrazione doppia, divisa tra Eve e Alex, che finalmente permette di entrare nella testa del protagonista maschile e di vivere la storia anche dal suo punto di vista.
Evelyn è una protagonista energica e combattiva, anche se inesperta, della quale mi ha colpito l’ottimo sarcasmo usato per sdrammatizzare. A volte le ho attribuito delle manie di grandezza, perché ho pensato che forse nessuna diciassettenne sarebbe pronta a vendicare cinque secoli di caccia alle streghe con la propria pelle dopo solo due mesi dalla scoperta delle magia. Ma Evelyn ha saputo farmi ricredere e si è dimostrata più matura e pronta al compito che deve svolgere, grazie a dubbi e paure che la rendono più credibile.
Alexander è il classico figo da paura dei libri YA. E lo sarebbe rimasto se non avessi avuto la possibilità di vedere la storia attraverso i suoi occhi. Mi è piaciuta la sua lotta interiore e la decisione del suo carattere. È estremamente altruista ma forse troppo testardo nelle decisioni che prende. Leggere il suo punto di vista mi ha permesso di diminuire la perfezione del sue essere l’eroe maschile, gli ho trovato dei difetti: è troppo irascibile e finisce spesso per rispondere in malo modo invece di riflettere (cosa che mi ha fatto pensare “È un maschio…”). Con il procedere della storia assume sempre più i tratti da protagonista principale, finché nel finale tutto suspense diventa un eroe altruista in tutto e per tutto e i difetti allora diventano secondari.
La trama e i protagonisti sono orchestrati da uno stile fluido che invoglia alla lettura, ma che deve farsi le ossa. Sembra acerbo in certi punti e si nota un po’ di inesperienza nell’uso ripetuto certi termini e nel linguaggio. Certe volte mi sono sentita confusa da tutte le informazioni date in poco tempo sulle diverse congreghe e alcune parti nel finale sembrano mancare di qualcosa, come se la voglia di concludere abbia spinto ad affrettare certe parti. Tuttavia, l’ultimo capitolo è fenomenale, degna conclusione di una bella storia, e lascia un gran desiderio di sapere come continuerà.

Curiosità

Ho un personaggio preferito: Clohe. La adoro! È una bionda tutto pepe e anche se si mette nei guai è mitica. Passa per la svampita di turno ma è quella più coraggiosa, perché… Beh, lo scoprirete leggendo questo romanzo 😄

Voto

Coraggio-tattoo

Sono contenta di avervi parlato delle streghe di Valeria e Caterina! Domani torna The Rainist con un’altra classica streghetta!

A domani 💋

Singing in the Rain #2 : Wicked Old Witch by John Fogerty

Buon Martedì a tutti 😄

Oggi proseguiamo il tour tregonesco restando fedeli alla tradizione e cosa c’è di più tradizionale di una strega a cavallo della sua scopa in una notte di luna piena?! Fatevi trascinare da Singing in the Rain in questa notte delle streghe!

Coraggio-tattoo

Informazioni generali

TitoloWicked Old Witch
Artista: John Fogerty

Album: Deja Vu All Over Again
Compositore: John Fogerty
Genere: Roots Rock
Anno: 2004
# Traccia: 9 di 10
Singolo: no

Copertina album

Frontal

Video

Testo

Well way down yonder
In the deep blue holler
Yeah way back in the swamp
Where the snakes go crawlin’

(Ben laggiù in fondo
Nella profonda valle blu
Già, tempo fa nella palude
Dove i serpenti vanno strisciando)

Shriveled old lady
With a tombstone mouth
Scarin’ up trouble
At the haunted house

(Una vecchia signora rinsecchita
Con una bocca di tomba
Cercando problemi
Nella casa infestata)

[Ritornello]
Flyin’ ‘cross the moon on a big ol’ stick
Everybody ‘fraid
Of the wicked old witch

(Volando davanti alla luna su un vecchio bastone
Tutti temono
La vecchia strega cattiva)

When sun goes down
And moon gets high
You can hear her cacklin’
Out in the night

(Quando il sole tramonta
E la luna si fa alta
Puoi sentire il suo scricchiolio
Durante notte)

Well-a sinners and gamblers
And gunslingers too
Everybody scatters when the witch
Comes through

(Beh – peccatori e giocatori d’azzardo
E anche i pistoleri fuorilegge
Chiunque si disperde quando la strega
Arriva)

[Ritornello]

Saturday night
And the wind begins to howl
You can bet that old swamp witch
Is out on the prowl
Creatures and goblins, spooks all around
Making their way up the road into town

(Sabato notte
E il vento inizia a ululare
Puoi scommettere che quella vecchia strega di palude
È fuori a caccia
Creature mostruose e goblin, fantasmi dappertutto
Si fanno largo sulla strada per la città)

Coraggio-tattoo

Non credo ci sia bisogno di un’analisi per questa canzone, e comunque mi fido del vostro ottimo senso di interpretazione 😄 Vi do appuntamento a domani con la rubrica del Mercoledì: La météo de Baudelaire!

Il BlogTour di Alethè ~ Terza tappa: La Copertina ~ Racconti dal passato

Federica fullBuon sabato cari lettori e care lettrici!

La  tappa del BlogTour di oggi ci porta a scoprire un aspetto importante di qualsiasi libro: la copertina!

ringrazio Laura di Racconti dal passato e lascio a lei la parola!

https://raccontidalpassato.wordpress.com/2015/07/18/blogtour-alethe-federica-caglioni-copertina-terza-tappa/