Il Regno dell’Aria Blogtour – Tappa 9 – I punti di vista

Buongiorno a tutti, lettori e lettrici 😄

Oggi è una super giornata perché, come vedete, ho il piacere di presentarvi la nona tappa del Blogtour dedicato al secondo volume de Le Cronistorie degli Elementi. Il regno dell’Aria di Laura Rocca, seguito di Il mondo che non vedi!!
Sono super emozionata, non solo perché aspettavo con ansia la sua uscita e oggi posso parlarvi di alcune novità che riguardano questo secondo volume, ma anche perché Laura è un’amica davvero capace e in gamba, oltre che una bravissima scrittrice! Pensate che, per più di un anno, Il mondo che non vedi è rimasto nella Top20 – Fantasy di Amazon e è ancora lì, tra i primi posti della classifica!
Prima di iniziare, però, lasciatemi salutare degli ospiti davvero speciali che ci hanno raggiunti qui sul blog. Ciao Laura! Benvenuta! E Benvenuti anche Celine, Aidan, Morwenna, Buonia e Caswyn. Sono davvero felice di avervi qui con me oggi!
f

Laura: Ciao Federica e grazie per lo spazio che mi/ci concedi!
Aidan: Ciao a tutti, forse Federica avrebbe dovuto invitare qualcuno di più loquace, proverò a rendere onore al suo blog.
Celine: E’ un vero piacere conoscerti Federica e conoscere i tuoi lettori!
Caswyn: Le vecchie abitudini sono dure a morire, tenterò di non miagolare.
Buonia: Ciao Federica! Sono contenta di essere qui e di poterti rispondere!
Morwenna: Piacere di conoscervi miss Federica, grazie di avermi invitato. Ovviamente era necessario qualcuno che verificasse il tenore delle risposte di questi giovani.

Cavoli che emozione!! Vedervi mi manda in estasi! Ok, ok, adesso mi riprendo. Sapendo che sareste arrivati, ho preparato una specie di scaletta. Per iniziare, quindi, che ne dite di commentare i momenti più significativi de Il mondo che non vedi? Giusto per rompere il ghiaccio.
Nel primo volume succede veramente di tutto, soprattutto da quando si scopre chi è veramente Celine! Com’è stato trovare la prima appartenente ai clann na solus?

Aidan: Forse avreste dovuto porre questa domanda a uno dei membri del Consiglio, magari avreste ottenuto una risposta più confacente all’importanza degli accadimenti.
Sono stato educato per tutta la vita a proteggere la mia razza e a fare tutto ciò che è in mio potere per compiere il mio dovere, ma il destino mi ha giocato.
È stato il momento peggiore della mia vita poiché ho realizzato che avrei dovuto rinunciare per sempre all’unica persona che io abbia mai amato.

aidan pensieri-1

È stato sicuramente un momento molto intenso per tutti, anche perché poi c’è stato un ritorno a sorpresa vero, Caswyn? Rivederti dopo tutto quel tempo sarà stato sicuramente uno shock, come mettere finalmente in chiaro cos’è accaduto ai genitori di Celine.

Morwenna: Rivedere mio figlio è stata una forte emozione, per cosa riguarda Urien e Nimue la verità è sempre meglio dell’incertezza, meglio una realtà amara che vivere per sempre con il dubbio.
Buonia: Veder tornare dal “regno dei morti” la persona che si ama è un’emozione inspiegabile. Non avevo mai dimenticato Caswyn e scoprire che non fosse morto mi ha completamente travolto. Quando la vita ti offre una seconda possibilità non puoi buttarla, ma è stato solo grazie a Celine se ho saputo coglierla.
Caswyn: È stato incredibile poter finalmente tornare a camminare su “due zampe”… Ops… Sulle gambe! Vegliare su Celine non è mai stato un peso, l’ho sempre amata come fosse stata mia figlia, non ritengo di aver sacrificato questi anni, ma poter abbandonare finalmente il mondo umano e tornare agli affetti è stata una grande gioia.

Però poi siete finalmente tornati a Gallaibh tutti quanti. Com’è stato rivedere la capitale o, come per te Celine, vederla per la prima volta?

gllaibhCeline: È difficile spiegare come sia stato vedere la cittadella per la prima volta. Se avessi scelto tra le mie fantasticherie più belle non sarebbe stato nemmeno lontanamente somigliante. Non si può spiegare Gallaibh, bisogna viverla, vi invito tutti a venirmi a trovare e accompagnarmi alla scoperta di questo mondo meraviglioso.
Buonia: Ho lasciato Gallaibh con la morte nel cuore, esserci tornata dopo aver rivisto Caswyn è stata una doppia emozione. Quei luoghi non mi rammentavano più una perdita e ho potuto cogliere appieno la gioia di essere finalmente a casa.

E qui sono iniziate le difficoltà maggiori, sia a livello personale, che per tutto il popolo. Noi lettrici speravamo che almeno sul fronte sentimentale tutto potesse appianarsi per Celine e invece Aidan ci hai spiazzate ancora una volta! Sei stato tremendo a separati da lei in quel modo.

Aidan: Quando ero piccolo i miei genitori sono morti per salvarmi, credendomi più speciale di ciò che sono: hanno sacrificato le loro vite per me.
Adesso Celine mi guarda con quegli stessi occhi, lei crede io sia molto più di ciò che valgo. E’ difficile resistere a degli occhi che ti guardano in quel modo, che ti fanno sentire davvero una persona di valore. Non bello, capace, letale, attraente. Unico.
Allontanarla era l’unica arma che avevo per non permetterle di farsi del male, di rovinare la sua vita a causa mia.

Adesso però sarà più difficile mantenere le distanze, specie dopo la decisione di partire per il Regno dell’Aria. Cosa avete pensato non appena è stato chiaro che sareste effettivamente partiti?

Aidan: Temo che Celine possa mettersi in pericolo per tentare di poter stare con me, vorrei riuscire a trovare un modo per farmi odiare, per farla smettere di rischiare la sua vita e la sua posizione per il nostro amore. Ho paura che lontano dagli occhi del Consiglio possa essere più spericolata e compiere azioni di cui poi potrebbe pentirsi.
Doverle stare accanto così a stretto contatto sarà dura per me, ma ho smesso di preoccuparmi di me stesso la prima volta che ho incrociato quegli occhi grigi, quasi bianchi come la neve. Per me conta solo lei.
Celine: Spero che potermi avvicinare agli Spiriti mi dia la possibilità di comprendere meglio cosa mi lega ad Aidan. Desidererei che lui fosse meno rigido nelle sue convinzioni, mi auguro che la lontananza dal Consiglio e da occhi che ci seguirebbero in ogni istante lo spingano a lasciarsi andare. Vorrei che Aidan capisse che non conta nulla che io sia una dei Prescelti, che so che il mio amore per lui non cesserà mai di esistere.
Fortunatamente nonna è troppo distratta dal nuovo ambiente per ascoltare davvero cosa dico!

E cosa vi aspettate da questo viaggio? Siete tesi? Anche perché so che ne Il Regno dell’Aria alcuni di voi avranno più possibilità di far sentire la loro voce a noi lettori!

Morwenna: Celine è troppo speciale perché rischi la sua vita, sono stata molto contrariata da questa decisione, ma purtroppo nessuno vuole ascoltarmi. Spero solo che una volta lì non le accada nulla di cui potremmo pentirci. Voglio augurarmi che gli altri Custodi siano discreti e che dai loro pensieri traspaia la loro purezza d’animo. Spero che nessuno di loro dica nulla d’inopportuno.
Celine: Non vedo l’ora. E’ mio dovere portare la pace nei Regni e nel mondo. Posso anche essere una dei Prescelti, ma questo non basta a fermare il male. Ci vuole impegno e sacrificio, ma soprattutto amore. Io affronterò qualsiasi pericolo il mio cammino mi ponga innanzi per compiere il mio dovere.
Il sacrificio più grosso, che sono costretta a fare per il valore di questa carica è già stato compiuto in principio, adesso posso solo sperare di trovare un modo che mi permetta di porre fine a quel sacrificio. Sono felice che anche gli altri possano esprimersi maggiormente, devono far conoscere al mondo le loro aspirazioni, capacità e pensieri.
Aidan: Sono preoccupato. Celine tende già di suo a esporsi più di quanto dovrebbe, temo che possa accaderle qualcosa di male, non vorrei che uscisse da Gallaibh. Io non amo manifestare le mie emozioni, sarà dura per me dover parlare più del dovuto.
Caswyn: Sono orgoglioso della forza d’animo di mia nipote e delle sue capacità. Sono felice di poterla accompagnare in questi viaggi. Celine è davvero nata per ciò che rappresenta e ce lo dimostra ogni giorno. Sarò onorato di poter aiutare Buonia a esprimersi e spero la sua voce si faccia sentire più spesso. Buonia è una donna speciale, tutti devono saperlo.

Sarete coinvolti in un’opera più corale questa volta. Dicci Laura, è stato difficile dare voce ai diversi personaggi oltre a Celine?

Laura: No, mi è venuto naturale. Ognuno di loro ha un carattere molto forte e delineato e c’era davvero bisogno che il lettore potesse vedere la storia anche con occhi diversi.

Come hai scelto a quale personaggio affidare il racconto di un determinato momento o episodio di questo secondo volume? È una decisione voluta da te o sono stati loro a imporsi, per così dire, e a far passare il punto di vista sulla storia da quello di Celine al loro?

Laura: Ho scelto di raccontare la scena a seconda del personaggio che coinvolgeva, mi piaceva l’idea che il lettore potesse percepire le emozioni del diretto interessato oltre che quelle che gli potevano arrivare dagli occhi di Celine.
È stato naturale scegliere quale momento affidare a chi, non ci ho riflettuto più di tanto per non andare a ricreare una patina forzata, era necessario che le varie voci venissero fuori in maniera naturale, proprio nel momento in cui necessitavano di raccontarsi.

Mi ha fatto piacere ospitarvi qui da me per questa chiacchierata! Sentire tutte le vostre risposte mi ha preparata alla coralità che troveremo ne Il Regno dell’Aria! Grazie davvero per avermi concesso un po’ del vostro tempo.

Aidan: Grazie a te per il tuo interesse.
Celine: È stato divertente rispondere alla tue domande! Non vedo l’ora che tu legga le mie nuove avventure!
Buonia: Non sono abituata a tutto questo interesse, ancora mi sembra impossibile.
Caswyn: Grazie Federica, è stato un grande piacere conoscerti!
Morwenna: Miss Federica siete stata molto cortese e cordiale, grazie per vostra ospitalità.
Laura: Grazie Federica per il tuo tempo, l’interesse e lo spazio dedicato ai miei personaggi! Sono felice di essere stata sul tuo blog!
b

E ora le info che tutti voi state sicuramente aspettando 😄

Info Laura Rocca Cronistorie Elementi Libro secondo

13412134_10209316059483513_8793978248704093697_oTitolo
Il Regno dell’Aria
Autore
Laura Rocca
Saga
Le Cronistorie degli Elementi
Editore
Amazon Self Publishing
Pubblicazione
8 Luglio 2016
Formato
Ebook ~ Cartaceo (coming soon)
Prezzo

2,99€ (Ebook. Gratis con Kindle Unlimited)

Trama Laura Rocca Cronistorie Elementi Libro secondo

Celine è convinta di essere una ragazza insignificante e invisibile, ma il destino ha in serbo altri piani per lei: non solo scopre un mondo di cui non conosceva l’esistenza, ma ne è persino a capo. Purtroppo questo dono inaspettato le preclude l’amore dell’unico ragazzo che le abbia mai fatto battere il cuore in diciotto anni. La profezia, infatti, lega il suo destino a quello dell’altro Prescelto, e il suo amato Aidan è irremovibile: non infrangerà le loro leggi perché non vuole esporla ad alcun pericolo.
Celine non può crogiolarsi nel dolore, non ha più tempo. I nemici stanno colpendo duramente i Quattro Regni, Fàs ha deciso di attaccare e il popolo si sente talmente abbandonato da aver perso ogni speranza. Le protezioni attorno al Regno dell’Aria stanno cedendo e, mentre il male si avvicina, Celine deve ritrovare la Lama d’Aria, dispersa da quasi vent’anni. La sopravvivenza del Regno dipende dalla riuscita della sua missione. L’unica possibilità di salvezza è nelle sue mani.
Alla scoperta di un mondo nuovo, immerso tra i ghiacci della Finlandia, Celine si appresta a sciogliere le fila di un antico mistero.

Link Laura Rocca Cronistorie Elementi Libro secondo

Sito Autrice Pagina Facebook Gruppo Facebook ~ Evento Facebook Il mondo che non vedi (Amazon)Aidan (Amazon) ~ Il mondo che non vedi (recensione) ~ Aidan (recensione)

La tappe Laura Rocca Cronistorie Elementi Libro secondo

13483255_1170472473018961_4977402352007771984_o

Ora sapete proprio tutto!! Ricordatevi di lasciare un commento, perché sarà fondamentale per accedere alla SORPRESA finale che verrà annunciata nell’ultima tappa del tour 😄 Non mancate!

— Federica 💋

You Can’t Take It With You — Si ritorna!

Poco più di un anno fa vi raccontavo di una serie tv tutta nuova, girata da un gruppo di giovani ragazzi delle mie zone, che aveva l’aria di diventare una di quelle serie dalle quali è impossibile staccarsi. La serie era You Can’t Take It With You e in quest’anno appena trascorso ha saputo diventare un vero fenomeno della rete. Sabato 23, domani, alle 14, inizierà la seconda stagione!!

Ma procediamo con calma! In fondo le cose si apprezzano meglio se arrivano poco per volta!

 La prima stagione

Amelia, Stefano, Marcello, Irene: quattro sconosciuti che insieme costituiscono un mix esplosivo. C’è Marcello, l’esperto informatico con un segreto inconfessabile; Irene, la metallara perennemente sull’orlo del licenziamento; Amelia, l’annoiata bibliotecaria che aspira a qualcosa di meglio; e Stefano, il bello e maledetto. A sconvolgere le loro vite arriva un misterioso pollo di gomma con strani poteri e tra ricerche, inseguimenti e fughe rocambolesche, i quattro protagonisti scriveranno a quattro mani il loro personale romanzo di formazione.

La sigla

Con soli 9 episodi, dalla durata di 10 minuti l’uno, la serie web ideata da Alessio Osio e Alessandra Salvoldi ha conquistato il pubblico di YouTube ed è arrivata a Roma con molte nomination in tasca per i Rome Web Awards, i premi dedicati alle serie tv nate sul web, dove ha conquistato ben quattro Oscar.

È una serie davvero incredibile e voglio riproporvi il loro primissimo episodio: “Dimmi come va”.

Ma quest’anno si ricomincia e la seconda stagione promette di portare i nostri quattro protagonisti in nuove e altrettanto incredibili avventure!

La seconda stagione

Amelia, Stefano, Irene e Marcello hanno deciso di partire per la Finlandia con l’intenzione di sfuggire agli uomini misteriosi che sono sulle loro tracce a causa del pollo che hanno ritrovato e che è dotato di poteri magici: ogni volta che cade al suolo permette ai ragazzi di rivivere la loro giornata. Tra il gruppo però aleggia una forte tensione, con rancori e segreti che rischiano di separare i ragazzi quando su di loro incombono gli uomini in nero e un nuovo pericolo. Vecchi odi e nuove vendette si intrecciano e investono i quattro protagonisti, costretti a compiere scelte sempre più difficili.

Quest’anno gli episodi saranno solo 5, ma tutti dalla durata di 25-30 minuti, e i titoli fanno già venire voglia di vederli tanto sono ricchi (e importanti come citazioni!):
1. Ritorno al Futuro
2. La Camera di Sangue
3. Re(l)azioni Collaterali
4. Memento
5. L’inverno sta arrivando

Per fortuna, se come me vi siete appassionati a questa nuova serie, non dovrete aspettare tanto per l’arrivo della nuova stagione! La prima puntata sarà proprio domani, Sabato 23, alle 14 sul canale YouTube You Can’t Take It With You!!

I contatti

Canale YouTube ~ Pagina Facebook ~ Sito Web Ufficiale

email: youcanttakeitwithyouseries@gmail.com

L’intervista

E per chiudere in bellezza, ecco una piccola intervista fatta a Alessandra Salvoldi e Alessio Osio:

1. Dopo il successo della prima stagione, sia di pubblico, sia di critica con la premiazione ai Rome Web Awards, cosa vi aspettate per You Can’t Take It With You in questo nuovo anno?

Alessio: Cerchiamo di non crearci troppe aspettative, perché sappiamo quali sono e quali sono stati i limiti nella realizzazione del progetto, purtroppo a budget zero. Più che aspettative, parlerei di speranze! Ci auguriamo che la seconda stagione piaccia e che si possa estendere ad un pubblico più nutrito. Alla fine, siamo partiti da zero, con il supporto di amici e compagni di università. Speriamo sopratutto di aver fatto dei progressi tra la prima e la seconda serie!

2. Per la seconda volta ritroviamo i nostri quattro protagonisti, Amelia, Stefano, Marcello e Irene, ma con loro si presentano due nuovi nemici, Il Duca e Leon. Ti va di raccontarci qualcosa su di loro? Come interagiscono nella storia?

Alessandra: È un po’ difficile spiegare come interagiranno questi personaggi nella serie senza fare grossi spoilers, perché si inseriranno in maniera davvero profonda nella trama, quindi qualsiasi loro interazione verrà scoperta poco alla volta, episodio per episodio. Quel che possiamo dire è che questi due personaggi acquisiranno un’importanza fondamentale anche grazie ad un terzo personaggio, la Madre di Amelia, interpretata dalla bravissima Maria Enza Latella. Leon, portato sullo schermo da Nicola Adobati, è un personaggio cupo, misterioso e ricco di diverse sfaccettature. È curioso invece che i personaggi del Duca, interpretato da Federico Benna, e della madre di Amelia  portino in una dimensione un po’ differente. Ci siamo sempre trovati di fronte ai quattro protagonisti, ragazzi giovani che per la prima volta si approcciano ai veri problemi della vita. Il Duca e la Strega sono personaggi di una diversa fascia d’età, perciò la narrazione si infittisce, affrontando nuove tematiche, anche grazie a loro.

3. I titoli degli episodi sono un tributo a altrettante opere della tv, del cinema e della letteratura. Queste citazioni hanno influenzato anche la trama oltre ai titoli?

Alessandra: Ho sempre avuto una grande passione per le citazioni. Mi piace la possibilità di attingere da contesti noti e poter provare a rielaborarli. I cinque titoli degli episodi sono altrettante citazioni. Il primo è Ritorno al Futuro. In questo caso la citazione riprende il mood della prima stagione e quindi le battute che i protagonisti si scambiavano quando si accorgevano di tornare indietro nel tempo. Ritorno Al Futuro è uno dei testi filmici che maggiormente sintetizza il tema del ritorno temporale e della possibilità di viaggiare nel tempo. In questo senso, Ritorno al Futuro è il background ideale della nostra serie. Il secondo episodio si intitola La Camera di Sangue ed è l’unico dei 5 titoli che non è ispirato ad un film o una serie tv ma ad un libro. Quando ci siamo trovati a pensare ai titoli ci è venuto in mente questo testo che in realtà non viene citato direttamente nella serie per quanto riguarda i contenuti, ma ha ispirato un altro lavoro al quale abbiamo collaborato io e Alessio, il cortometraggio Rosso Cremisi. È stato un modo per creare una sorta di filo rosso tra le nostre esperienze insieme. Il terzo titolo è Re(l)azioni collaterali, il sottotitolo italiano della serie americana Breaking Bad. In You Can’t Take It With You viene citata più volte, perché mentre scrivevo la seconda stagione stavo riguardando gli episodi e trovo che Breaking Bad sia una delle serie meglio scritte che io abbia mai visto. Il quarto titolo è Memento: in questo caso la citazione non è contenutistica ma formale, in quanto vengono riprese delle soluzioni tecniche utilizzate da Christopher Nolan, come ad esempio l’uso del bianco e nero per alcune sequenze dell’episodio. Quinto episodio: L’inverno sta arrivando. Come per Breaking Bad, anche il Trono di Spade è una delle serie che preferisco. Era doveroso dedicare un titolo nella speranza che prima o poi Kit Harington si palesi anche sul set di You Can’t Take It With You (ride).

4. Tre parole che descrivono la nuova stagione.

Alessio: Descriverei la seconda stagione come: Complessa, Rivelatrice e Audace. Con audace, intendiamo diversa, se non tendenzialmente opposta alla prima stagione, che a posteriori, sembra un grande prologo felice di quanto accadrà in questa seconda serie. Abbiamo sperimentato soluzioni sia narrative che tecniche nuove, cercando di fare un passo in più con questi episodi.

Coraggio-tattoo

Vi ricordo ancora che la serie inizia domani e che potrete seguirla sul canale YouTube ufficiale e la Domenica pomeriggio qui su On Rainy Days, il blog che commenterà passo passo l’evolversi della seconda stagione di You Can’t Take It With You!!

A domani 💋

Il BlogTour di Alethè ~ Quarta tappa: L’autrice ~ Fantasticando sui libri

Federica fullIn questa calda domenica prosegue il BlogTour dedicato al mio libro con la quarta tappa!

La protagonista di oggi sono proprio io e mi sono divertita moltissimo a rispondere alle domande di Giada! Vi lascio il link al blog Fantasticando sui libri 😄

http://fantasticandosuilibri.blogspot.it/2015/07/blogtour-di-alethe-di-federica-caglioni.html

Sono contenta di come sta procedendo il Tour e nonostante qualche inconveniente tecnico (purtroppo il link del cartaceo non funziona causa aggiornamento del sito), finora le tappe sono andate benissimo! Vi sta piacendo? Non perdetevi i prossimi incontri e ricordate che le sorprese però non sono ancora finite!

Stay tuned 💋

BlogTour de “Le Cronistorie degli Elementi ~ Libro primo. Il mondo che non vedi”

11241219_969139936485550_2117479161146393436_n
Buongiorno a tutti!

Oggi si conclude il BlogTour dedicato al romanzo Le Cronistorie degli Elementi ~ Libro primo. Il mondo che non vedi di Laura Rocca, iniziato lunedì 29 giugno su Parliamo di libri.
È stato un bellissimo progetto e io mi sono proprio divertita a prendervi parte! Ho anche scoperto molti dettagli in più su questo libro e sulla sua autrice. Se vi siete perse e persi le tappe precedenti, ecco chi mi ha preceduto e gli argomenti:
~ 29.06 Parliamo di libri – La saga
~ 30.06 Devilishly Stylish – L’estratto
~ 01.07 Everpop – I personaggi
~ 02.07 Le recensioni della libraia – La copertina
~ 03.07 Lettere d’inchiostro – Il booktrailer
~ 04.07 Oltre Yume – L’intervista col personaggio…
~ 05.07 Leggimi Scrivimi – Presentazione
~ 06.07 Questione di libri – L’autrice
~ 07.07 Salotto dei libri – Gallaibh: La capitale dei Custodi degli Elementi
~ 08.07 Leggendo romance – La trama (analisi)

LE-CRONISTORIE-DEGLI-ELEMENTI-Il-mondo-che-non-vedi-1-718x1024Trama
Celine, diciottenne timida e schiva, dopo la morte dei suoi genitori adottivi, accetta l’ospitalità del suo migliore amico Matteo diventando in seguito la sua ragazza.
Dopo l’ennesimo evento spiacevole si risveglia in lei una strana energia che la disorienta. Turbata attraversa la laguna di Venezia rifugiandosi nella casa della sua infanzia, ma lì la tristezza l’assale. Il meraviglioso giardino dei suoi ricordi è ormai arido. Piangendo poggia la mano sulla terra spoglia causando qualcosa di inimmaginabile: un’energia sconosciuta fuoriesce dal suo corpo e tutto riprende vita lasciandola incredula e spaventata.
In poche ore la sua esistenza verrà stravolta intrecciandosi a filo doppio a quella di Aidan e dei Custodi degli Elementi, una razza che può usare gli elementi per contrastare Fàs, il malvagio spirito del vuoto. Conoscerà un mondo di cui fino a ieri non sapeva nulla e di cui anche lei scoprirà essere parte. Molte domande esigono risposta e la strada da percorrere sarà lunga e richiederà a Celine di mettere in gioco sé stessa come mai aveva fatto prima.


Oggi andiamo alla scoperta di una parte fondamentale della storia: i quattro elementi! E chi meglio di Laura può soddisfare la nostra curiosità? Nessuno! Perciò sotto con le domande!

Tra tutti i vari espedienti del fantasy, primo tra tutti la magia, perché scegliere proprio i quattro elementi?

giovanistregheGli elementi mi hanno sempre affascinato, sin da quando ero ragazzina, ricordo in particolare un film della mia adolescenza che mi colpì moltissimo: “Giovani Streghe”, in cui un gruppo di ragazze normali si dava alla magia, attingendo appunto al potere degli elementi. Gli elementi sono ciò che ci circonda, li viviamo, li calpestiamo, li respiriamo. Senza l’aria non potremmo vivere, senza l’acqua neppure; è quanto di più vicino e contemporaneamente intangibile, come nel caso dell’aria, all’essere umano e all’armonia di tutte le cose.

Altre saghe hanno usato i quattro elementi, come Carrier of the Mark di Leigh Fallon, che ha sfruttato come punto di partenza la mitologia celtica/irlandese.
Tu hai preso ispirazione da dei miti in particolare? Oppure è nato tutto da una tua idea?

Essendo un argomento che amo da sempre ne ho studiato e letto le varie filosofie nel corso degli anni. Quando ho iniziato a scrivere il libro, quindi, mi è venuto spontaneo prendere il meglio da ciò che preferivo.

Gli elementi nella filosofia giapponese
Gli elementi nella filosofia giapponese

La filosofia giapponese dice che gli elementi sono cinque: Terra, che rappresenta le cose solide; Acqua, che rappresenta le cose liquide; Fuoco, che rappresenta le cose distrutte; Aria, che rappresenta le cose mobili; Vuoto, che rappresenta le cose che non sono nella vita quotidiana.
Io ho trasformato “le cose che non sono” in “tutte le cose che non devono essere” e ho fatto del quinto elemento il nostro antagonista.
In più, per la storia antica dei Custodi, ho preso spunto dalla tradizione ellenica in cui gli elementi sono legati a un Dio: Zeus il Fuoco, Era è l’Aria, Edoneo, (Ade), la Terra e infine Nesti, (Persefone), l’Acqua. Nel mio caso sono, invece, gli Spiriti degli elementi e si chiamano: Terra Talamh, Fuoco Teɸnet, Acqua Uisge, Aria Adhar e Vuoto Fàs. I nomi derivano dal Gaelico-scozzese.
La filosofia Ellenica narra, inoltre, dello Sfero, un tutto dove Odio e Amore sono due entità superiori che convivono in un equilibrio eterno alternato che determina la vita e la morte di tutte le cose in un ciclo perpetuo. All’interno del libro, sarà possibile leggere la “Storia dei Custodi” e apprendere come io abbia adattato questa filosofia alla mia storia.

Aria, Acqua, Fuoco e Terra sono i quattro elementi che rendono unici i protagonisti. Sempre se non incorriamo in spoiler, puoi raccontarci un po’ di più in cosa consiste l’elemento di Fàs, il villian de “Il Mondo che non vedi”?

Fàs è il quinto elemento, il Vuoto, Signore e padrone delle ombre e di tutto ciò che non deve essere: male, discordia, invidia e tutto ciò che può essere considerato negativo in relazione all’animo umano.

È stato difficile far convivere nella storia le diverse caratteristiche degli elementi, e quindi i diversi caratteri dei personaggi che li padroneggiano?

No. Diciamo che non esiste un legame tra l’elemento e il carattere del personaggio, sarebbe stato troppo scontato attribuire a una persona irascibile il fuoco o ad una estremamente calma e tranquilla l’acqua. Ogni personaggio ha il suo carattere e modo di vivere, ma non è legato in alcun modo all’elemento che padroneggia. L’elemento in suo potere è sempre unico, mai più di uno.

So che parte della storia è ambientata in un altro mondo, con i suoi abitanti, le sue regole e tradizioni. Com’è suddivisa la popolazione? 

Gli abitanti sono divisi in due fazioni: I guerrieri, che hanno poteri molto forti e possono scontrarsi in battaglia con i nemici. Hanno il compito di proteggere il loro mondo e quello degli umani da Fàs; I residenti, che hanno poteri esigui e si occupano di tutto ciò che concerne il portare avanti le attività quotidiane. Essi hanno una sotto-fazione: gli illusionisti. Il loro potere è leggermente più forte, possono andare in battaglia aiutando i guerrieri con potenti illusioni e proteggere i loro luoghi segreti dai nemici e dagli umani attraverso delle distorsioni che solo loro sono in grado di creare.

Tanti personaggi per quattro elementi unici e particolarissimi! Come influiscono gli elementi sulla loro vita?

In realtà i poteri veri e propri li usano solo i guerrieri. Il potere dei residenti è molto fievole, potrebbero appena accendere il fuoco, aiutare il raccolto a crescere, nel caso della terra o irrigarla nel caso dell’acqua, ad esempio. La vita dei residenti è più simile a quella dei normali esseri umani, si occupano del mantenimento delle Sedi e dei loro giardini, dei raccolti, di tessere le speciali tenute e abiti, di creare pozioni o oggetti con poteri magici attraverso l’alchimia.
È un mondo vastissimo e difficile da descrivere in poche righe, ma spero di aver reso l’idea.

So che è difficile, ma c’è un personaggio/elemento al quale sei più affezionata?

Certo, ho un personaggio che amo più di tutti, al contrario di quanto si possa pensare non è Celine, la protagonista, ma Aidan. Lo amerete anche voi.
Una piccola curiosità che ti posso dare è questa: E’ nato prima Aidan e poi la storia, sentivo il bisogno di scrivere di lui, è lui che mi ha ispirata.

Perciò possiamo dire che, un bel giorno, Aidan si è presentato da te e ti ha trascinata nel suo universo, quello di “Le Cronistorie degli Elementi”.

Aidan è davvero speciale, è un personaggio che è entrato prepotentemente nei miei pensieri, voleva che si parlasse di lui a tutti i costi, ho dovuto dargli vita e liberarlo o mi avrebbe fatta impazzire, vedrai, quando lo conoscerai ti renderai conto di che tipo è, non saprai mai dire di no ad Aidan.

Ed è effettivamente così! Ho già tra le mani il libro e posso assicurarvi che ad Aidan non direte di no! La storia mi ha conquistata sin dall’inizio e se dopo quest’ultima tappa siete curiosi di leggere il libro e non vedete l’ora che esca, non disperate, perché da domani, 10 Luglio 2015, sarà disponibile su Amazon!!
Fino a domani vi lascio i link al sito ufficiale dell’autrice, dove potete scaricare l’estratto del libro e leggere le ultime news, al booktrailer e a Amazon 🙂

Autrice: http://www.laurarocca.it
Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=uCks-w9ooh8
Amazon:
http://www.amazon.it/mondo-vedi-Cronistorie-degli-Elementi-ebook/dp/B010GSPC58

A più tardi 💋