[Segnalazione] “Era l’11 settembre” di Mirko Tondi

Buongiorno lettori e buon venerdì!

Per chiudere questa settimana vi propongo la segnalazione dell’ultima uscita per la narrativa di NPS!

Titolo
Era l’11 settembre
Autore
Mirko Tondi
Editore
NPS Edizioni
Genere
Narrativa
Pubblicazione
Settembre 2021
Formato
Cartaceo (10€) ~ Digitale (2,99€)
Pagine
152
Acquisto
AmazonSito editore

È l’11 settembre 2001, quando gli aerei si schiantano contro le Torri Gemelle e il Pentagono. In quello stesso momento, dall’altra parte del mondo, Nando Barrella vive la sua personale tragedia: suo figlio muore in un incidente stradale. Da allora non si dà pace, convinto di averlo portato lui alla morte.
Anni dopo, quando è in procinto di compiere ottant’anni, Barrella chiede a un ghost-writer di scrivere la sua storia: il normale rapporto di lavoro tra cliente e professionista genera un’intimità tale da far scoprire a entrambi qualcosa su loro stessi. Un cammino di espiazione e rivelazione, che si snoda tra eventi pubblici e privati, rimpianti e memorie scomode, accompagnato da fitte citazioni musicali, artistiche e cinematografiche, quasi l’arte potesse ordinare il caos delle loro vite.
Mirko Tondi regala al lettore un romanzo intimista e psicologico attraverso cui rileggere, in una visione nuova e profonda, l’evento che cambiò il mondo.

L’estratto

Credo che perdere un figlio significhi essere uccisi in maniera lenta e studiata dal boia invisibile dell’autoannientamento; eppure la tortura, per quanto lunga e crudele, lascia solidificare la consapevolezza di averlo perso. Da una parte il dolore distrugge e dall’altra l’accettazione costruisce, come due popoli antitetici, separati da un muro. Poi, un giorno, quel muro crolla e le due cose coincidono.

L’autore

Nato a Firenze nel 1977. Per i suoi racconti ha ricevuto menzioni speciali e segnalazioni dalla giuria di premi nazionali (Premio Troisi, 2005; Premio Castelfiorentino, 2014), oltre all’inserimento in riviste (Con.tempo, Streetbook, A few words) e in varie antologie (fra queste, i Gialli Mondadori nel 2010, Nelle fauci del mostro per Felici Editore nel 2016, Le province in giallo per Edizioni Effigi nel 2019).
Tra i suoi libri, il romanzo Istruzioni di fuga per principianti (Caffèorchidea, 2017) e il saggio sul cinema Ricomincio da Firenze (Edizioni Il Foglio, 2020). Cura le rubriche “Brandelli di uno scrittore precario” per la rivista Il Foglio Letterario e “Anatomia di un racconto” per toscanalibri.it. Ha una qualifica di redattore editoriale ed è docente di corsi e laboratori di scrittura, per adulti e bambini.

Contatti

Blog ~ Sito web

Federica 💋

[Review Party] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Buongiorno 😊

E dopo avervi tanto stuzzicato con questo romanzo, oggi ve ne propongo la recensione per il Review Party!

Grazie all’autrice per la copia!

Titolo
Sei solo tu

Autore
Monica Brizzi

Editore
Self publishing
Serie
Social Series #3

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2021

Formato
Cartaceo (9,36€) ~ Digitale (2,99€)
Acquisto

Amazon

«Ho lasciato la borsa in uno studio medico qui vicino, non so come accidenti ho fatto ma è tutto lì! Per favore! Rallenta! Se mi cerchi sui social mi trovi, sono una content creator, anche se atipica, e, dai, per favore! Mi serve solo un telefono per contattare qualcuno!»
Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.
Me ne frego. Cioè, potrebbe essere una stalker che ha saputo in che zona vivo e si inventa una storia per intrappolarmi. Perché poi, chi è che lascerebbe la borsa in uno studio medico?
Me ne frego. Me. Ne. Frego.  

Quasi opposti, eppure non così diversi, Mira e Sebastian si conoscono nel peggior modo possibile e non possono immaginare che uno scambio di parole, battute e sguardi infuriati sotto la pioggia, sarà l’inizio di un cambiamento epocale.   
Attore bello e famoso lui, content creator spontanea e attenta all’ambiente lei. Che la storia abbia inizio. Romantica, simpatica, ma anche un po’ sofferta.  

Mira, content creator famosa sui social per l’uso di cosmetici total vegan, si ritrova sotto un temporale di proporzioni epiche senza borsa, né cellulare, e la sola persona che le passa accanto non solo non sembra intenzionata a darle una mano, ma si guarda bene dall’avvicinarsi a lei, anche se l’ha sentita chiedergli aiuto.
Però per Sebastian, attore di fama mondiale bello come un dio, quella pazza che canticchia da sola in mezzo sl marciapiede potrebbe essere una fan fuori controllo che ha scoperto dove abita e che potrebbe iniziare a perseguitarlo senza dargli tregua. Tuttavia, il dubbio lo spinge a guardarla meglio, a chiedersi se può davvero essere chi ha detto per attirare la sua attenzione. Forse è davvero una ragazza normale e tanto gli basta per cedere e permetterle di seguirlo dentro casa.

Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.

Ed è tra uno sguardo minaccioso, una domanda personale e in attesa di vestiti da far asciugare che Mira e Sebastian trascorrono la serata più strana delle loro vite, a raccontarsi segreti che mai avrebbero creduto di condividere con un estraneo, mentre l’attrazione si fa largo tra loro come un pensiero sempre più insistente. Proprio l’attrazione, insieme alla certezza che dopo quella sera non si rivedranno più, li portano a scegliere di stare insieme, del sesso che è diverso da ogni altro ma che si chiude con accuse orribili (da parte di Sebastian) e di una fuga che già presuppone un cuore spezzato da tanta cattiveria (Mira).
Ma ciò che doveva finire in una sera torna a ripresentarsi sotto forma di un appuntamento per conoscersi meglio, per andare oltre le apparenze di divo del cinema e di ragazza “finta brutta”, un tentativo che prosegue anche quando gli impegni di lavoro li separano e portano Mira e Sebastian a capire chi sono davvero, con le loro luci e, soprattutto, le ombre.

Un mix di sensazioni mi si spaccano nel costato. La tenerezza, il desiderio, la realizzazione di quanto sia carina.

Due protagonisti che non potrebbero essere più diversi, Mira e Sebastian sono poli opposti che si scontrano e rimangono inevitabilmente catturati nell’orbita reciproca, incapaci di separarsi perché la collisione ha generato un universo tutto loro dove potersi sentire bene. Espansiva, chiacchierona ma davvero tanto sensibile, Mira fa dell’accettazione estetica un lavoro a tutti gli effetti, lei che non rispetta i canoni di bellezza propinati dalla società e fa di tutto per dimostrare che, non solo non sono poi attinenti con la realtà, ma fanno anche male alla salute.
Un esempio lo è proprio Sebastian, schiacciato dalle aspettative di perfezione che la fama e la visibilità gli impongono, lui che si vede in un modo tutt’altro che perfetto a causa di un “difetto” con cui è nato e che lui percepisce come causa di buona parte dei fallimenti amorosi che caratterizzano la sua vita. Un “difetto” che non è tale e che ha bisogno di una persona come Mira per essere metabolizzato e, pian piano, accettato.
Sono due individui complessi e insieme capaci di tanto, anche di affrontare temi difficili e dolorosi, facendo sentire la loro voce in un flusso continuo, quasi come se condividessero i pensieri.

Casa. Mira è casa. E il contatto fa fibrillare tutto.

È questa la particolarità che più mi ha colpito di Sei solo tu, oltre a Sebastian (ovviamente), quel confluire di capitolo in capitolo senza stacchi, mentre le frasi e i pensieri dei protagonisti si susseguivano e continuavano senza interruzioni, una lunghezza d’onda non solo di sentimenti e passioni, ma anche di paure e domande che ha reso la lettura emozionante e davvero magica. Lo stile incalza, spinge a leggere pagina dopo pagina per comprendere a fondo Mira e Sebastian, per sperare che ciò che c’è tra loro duri più di una qualche sera rubata al mondo esterno, alla vita che pretende troppo da entrambi e li spinge verso atteggiamenti che sarebbero scontati ma che sanno fare del male a loro stessi, e all’altro (niente spoiler su chi ha maggiori difficoltà a superarli).
È il terzo volume della Social Series e come i precedenti affronta un aspetto particolare del nostro uso dei social network, sempre attento all’altra faccia della medaglia di questi potenti mezzi di comunicazione e a come questi distorcono la nostra percezione della realtà, come portano anche a problemi davvero seri e ai quali bisogna prestare attenzione. Una vera chicca, che mi ha fatta innamorare dei suoi personaggi imperfetti e per questo tanto, tanto belli.

E per leggere tutte le altre recensioni, qui trovate calendario e link:

Martedì 5 ottobre
Librintavola
On Rainy Days
Tra 2 mondi

Federica 💋

[Recensione] “Hero” di Samantha Young

Buongiorno e buon inizio settimana 😊

Ormai ottobre si è bello che avviato e combatto il freddo sempre più presente a suon di tisane e libri, pronta per affrontare questo autunno ricco di novità!

35783443. sy475 Titolo
Hero
Titolo originale

Hero
Autore
Samantha Young

Editore
Newton Compton 
Serie
Hero #1

Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 

Pubblicazione
Settembre 2017

Formato
Cartaceo (6,90€) ~ Digitale (2,99€)

Suo padre è sempre stato un eroe per Alexa, finché non ha scoperto che lei e la madre non erano la sua unica famiglia. Da allora, Alexa si è impegnata a voltare pagina ma un uomo che è stato danneggiato quanto lei da suo padre entra nella sua vita. Caine sa che non potrà mai essere il suo principe azzurro e tenta di allontanarla. Quando si troveranno sull’orlo del baratro, capirà di essere disposto a tutto per proteggerla.

Alexa Holland è perfetta nel suo lavoro come assistente personale, almeno finché sul set dove il suo capo sta lavorando non arriva Caine Carraway, magnate di Boston famoso per essere senza cuore e bello come un dio. Ma per Alexa è anche altro, è il giovane a cui suo padre ha rovinato la vita, seducendo sua madre e lasciandola morire per overdose, e verso il quale nutre un odio viscerale, un odio che finisce per travolgere la stessa Alexa.
Perché lei sa che torti ha subito e quando prova a fare ammenda si ritrova travolta dalla sua furia, poco importa l’attrazione che sembra passare tra loro. Licenziata a causa di Caine, sarà proprio a lui che chiederà aiuto per riavere il proprio lavoro, solo per trovarsi a essere la sua assistente personale, coinvolta nella sua vendetta personale che consiste nel rendere la sua vita lavorativa un vero e proprio inferno.

Non potevo spiegare la connessione che sentivo con lui. Sapevo solo che era possibile che fossi l’unica persona capace di comprendere la sua sofferenza e… scoprii che volevo stargli vicino in qualche modo.

Ma più gli attriti crescono, più è difficile tenere separate vita privata e lavorativa, e per Alexa e Caine diventa impossibile tenere a bada l’attrazione e la gelosia, anche quando lui si comporta come uno scostante menefreghista interessato solo a rovinarle l’esistenza, lei che, con la potente e ricca famiglia degli Holland, ha ben poco a che vedere.
Ma se non bastasse l’incostanza personale di Caine a complicare il loro rapporto, arrivano anche delle minacce da entrambi i loro passati a metterli alle strette, finendo per stravolgere ciò che c’è tra loro e per segnare forse in modo indelebile il loro legame.
Classico office romance, Hero è una storia d’amore travagliata che vede Alexa, una protagonista sarcastica, emotiva e determinata, alle prese con un uomo decisamente difficile, scontroso e dal carattere deciso. Tutte caratteristiche che fanno di Caine un assoluto maniaco del controllo dal comportamento altalenante e che spesso fa venire la tentazione di prendere a sberle (un coprotagonista che, a conti fatti, non mi ha poi fatta impazzire).

Non avevo mai incontrato nessuno come te. Non c’è nessuno come te.

Tuttavia, la baraonda emotiva che circonda questi due opposti li rende anche davvero perfetti l’uno per l’altra, coinvolta in una passione travolgente che la penna di Samantha Young racconta in modo emozionante. C’è tanto dietro a questi due personaggi dall’apparenza incompatibili, una coppia che rischia di scoppiare a causa dello sguardo puntato sul passato e che non permette loro, soprattutto a Caine, di fidarsi dell’altro nemmeno quando c’è di mezzo la vita e una minaccia che rischia di separarli per sempre.
Scontato sperare nel lieto fine, però ci si arriva in modo inaspettato e con quel piccolo brivido di tensione che fa mettere in dubbio fino in fondo che accada, prima o poi, quel finale mozzafiato capace di far sciogliere il cuore.

C’è un personaggio, il migliore amico di Caine, che merita più di lui e infatti non vedo di leggere la sua storia!

Per ora mi concentro su una novità bella bellina e che riguarda un mio nuovo libro!

Federica 💋

[Segnalazione] “Sei solo tu” di Monica Brizzi

Buongiorno e buon venerdì 😊

Dopo aver partecipato alla cover reveal, arriva ad aprire il nuovo mese la segnalazione per il romanzo di Monica Brizzi, terzo e ultimo volume della sua Social Series!

Titolo
Sei solo tu
Autore
Monica Brizzi
Editore
Self publishing
Serie
Social Series #3
Genere
Contemporary romance – autoconclusivo 
Pubblicazione
Ottobre 2021
Formato
Cartaceo ~ Digitale (2,99€)

«Ho lasciato la borsa in uno studio medico qui vicino, non so come accidenti ho fatto ma è tutto lì! Per favore! Rallenta! Se mi cerchi sui social mi trovi, sono una content creator, anche se atipica, e, dai, per favore! Mi serve solo un telefono per contattare qualcuno!»
Parla a una velocità angosciante e mi stupisco che qualcuno non si sia ancora affacciato, considerato quanto urla.
Me ne frego. Cioè, potrebbe essere una stalker che ha saputo in che zona vivo e si inventa una storia per intrappolarmi. Perché poi, chi è che lascerebbe la borsa in uno studio medico?
Me ne frego. Me. Ne. Frego.  

Quasi opposti, eppure non così diversi, Mira e Sebastian si conoscono nel peggior modo possibile e non possono immaginare che uno scambio di parole, battute e sguardi infuriati sotto la pioggia, sarà l’inizio di un cambiamento epocale.   
Attore bello e famoso lui, content creator spontanea e attenta all’ambiente lei. Che la storia abbia inizio. Romantica, simpatica, ma anche un po’ sofferta.  

La serie

Per un bacio e (molto) piùTutto ciò che siamoSei solo tu

L’autrice

Autrice. Moglie. Mamma. Lettrice. Docente. Adora inventare storie e scriverle. Oltre a Sei solo tu è autrice della trilogia La Principessa dei Mondi e dei romance Ogni singola cosaAmore, libri e piccole follieÈ qui che volevo stare, Per un bacio e (molto) più e Tutto ciò che siamo, primi volumi stand alone della Social Series.

Contatti

Facebook – Instagram – Goodreads – Blog

Ed è già online!! È davvero bello e ne riparleremo anche qui 😍

Federica 💋

Roaring Twenties tra Luglio e Settembre!

Buongiorno e buon giovedì!

Siamo arrivati alla fine di settembre e com’è prassi, vi propongo le migliori letture fatte negli ultimi tre mesi, oltre che un ricapitolo sulle sfide di lettura in corso!

9702896 58421701. sy475 58591351. sy475 58489485. sy475 56804175. sy475 58996833963498857945387. sy475 58962895. sy475

Le recensioni

Resti mortali ~ Corteggiando Jo March ~ Accadde in autunno
Peccati d’inverno
 ~ Rovina e Ascesa ~ I segreti di Melanie Cooper
Luna nera
 ~ Amare un libertinoIllusioni & Percezioni

Di Sei solo tu ne parliamo la prossima settimana 😉

My Libera Lo Scaffale

  1. L’Impero delle Tempeste di Sarah J. Maas (688 pagine) ✔︎
  2. La Torre dell’Alba di Sarah J. Maas (672 pagine) ✔︎
  3. La Corte di Ali e Rovina di Sarah J. Maas (679 pagine) ✔︎
  4. Il mare senza stelle di Erin Morgenstern (618 pagine) => Prossima lettura!
  5. Seduzione Deliziosa di Tara Sivec (290 pagine) ✔︎
  6. Intrigo delizioso di Tara Sivec (234 pagine) => Prossima lettura!
  7. Legend di V. E. Schwab (512 pagine) ✔︎
  8. Dark di V. E. Schwab (611 pagine) ✔︎
  9. Questo oscuro duetto di V. Schwab (400 pagine) ✔︎
  10. L’ultimo re di Bernard Cornwell (406 pagine) 
  11. Un cavaliere e il suo re di Bernard Cornwell (428 pagine) 
  12. I re del nord di Bernard Cornwell (370 pagine)
  13. Il filo della spada di Bernard Cornwell (377 pagine)
  14. Il signore della guerra di Bernard Cornwell (412 pagine)
  15. La morte dei re di Bernard Cornwell (416 pagine)
  16. Re senza dio di Bernard Cornwell (361 pagine)
  17. Il trono senza re di Bernard Cornwell (388 pagine)
  18. Anche Ally qualche volta lo fa di Jules Moulin (315 pagine) ✔︎
  19. Fuoco e carne di Prometeo. di Franco Pezzini (400 pagine) 
  20. La fattoria degli animali di George Orwell (115 pagine) ✔︎
  21. Fandom di Anna Day (397 pagine) ✔︎
  22. Refusi: diario di un editore incorreggibile di Marco Cassini (120 pagine) ✔︎
  23. Amore, libri e piccole follie di Monica Brizzi (146 pagine) ✔︎
  24. Heir of Fury di Jina S. Bazzar (465 pagine) ✔︎

Per ora sono a 13 libri su 24! Sono a metà ma adesso recupero!!

Goodreads Challenge

Sono arrivata a 131 libri! Ho l’obiettivo a 135, perciò direi che sono in dirittura d’arrivo! Anzi quest’anno lo supero!

Contano le pagine, Non i libri

Per quel che invece riguarda il numero delle pagine lette sono a quota 39398, sempre per 131 libri.

Voi partecipate a sfida di lettura o a gruppi di lettura? Avete un obiettivo annuale? Come siete messi? Aspetto i vostri titoli!

Federica 💋