Blogger Recognition Award

Ciao a tutti!

Questo Venerdì arrivo un po’ più tardi del solito con il post, ma mi ci è voluto un po’ più di tempo a prepararlo… È un articolo che richiedeva tutta la mia attenzione e un bel po’ di concentrazione per fare tutto per bene 😊 Sapete che io e la pignoleria andiamo a braccetto, perciò eccomi qui, alle soglie del mezzogiorno, a raccontarvi del mio Blogger Recognition Award!!

Prima di tutto (cioè prima di illustrarvi in cosa consiste questo premio), devo – e voglio di cuore – ringraziare Elisa di Diario di una lettrice per aver pensato a me e avermi nominata tra le sue scelte! È davvero bello 😍 e sono entusiasta di vedere che il piccolo spazio virtuale che mi fa da casa sia meritevole di questo award! Oggi inizio il weekend in anticipo e con un sorriso a trentadue denti!

Ma passiamo a cose più importanti! L’award e le sue regole:
1) Ringraziare il blogger che ti ha nominato e inserire il link al suo Blog;

2) Scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento;
3) Raccontare la nascita del proprio Blog;
4) Dare consigli ai nuovi blogger;
5) Nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il segno di riconoscimento;
6) Commentare sul Blog di chi ti ha nominato e fornirgli il link al tuo articolo (anche sulla pagina Fb)

I punti 1) e 2) sono già belli che spuntati! Adesso tocca alla parte veramente sostanziosa di questo post: com’è nato On Rainy Days!

Vorrei poter dire di aver messo in piedi il blog con un piano ben preciso, o con l’idea di trasformarlo esattamente in ciò che è ora, ma sarebbe una mezza verità, e una poi non troppo vera. In realtà, il blog è venuto a galla quasi per scherzo, come un’idea campata per aria e con quasi nessuna chance di arrivare alla settimana successiva. È nato, in definitiva, come risposta alla noia di un pomeriggio d’Agosto. Tre anni fa avevo molto tempo libero, tanti libri, film e serie tv di cui poter parlare, dei racconti da condividere e così ho pensato di ritagliarmi uno spazio che fosse mio, dove potessi gestirmi e gestire le mie passioni con i miei tempi. Era, pragmaticamente, un biglietto da visita su chi volessi essere e chi gli altri avrebbero visto leggendo le mie parole. Quindi, se doveva rappresentare me, perché chiamarlo On Rainy Days? Beh perché, benché io sia un’amante delle giornate di sole, qui sul blog volevo proporre l’altro lato della mia anima, quello che ama rifugiarsi con un buon libro e una tazza di tè mentre fuori piove, riproponendo la mia visione di tutte quelle piccole cose che fanno parte della mia giornata, che siano fatti di carta e inchiostro, o di pellicola, immagini e suoni!

Non so se sono brava, o la più adatta, a dare consigli ai nuovi blogger… Sto ancora imparando a essere una blogger 😁 però una cosa voglio dirla: non dimenticate mai di divertirvi! Il blog deve essere un posto di cui ci si occupa senza sforzo, senza obbligo, perché è il nostro rifugio, la casa in cui possiamo essere noi stessi e parlare di tutto ciò che ci piace senza sentirci giudicati o sotto esame. Però, e nasce dalla nostra “onnipotenza” di blogger, mai scordarsi di essere umili. Gestire uno spazio in cui noi abbiamo il diritto assoluto di parola e di veto su ciò che appare ci può far credere che i nostri pensieri e punti di vista siano gli unici validi… Ebbene no, non è così. Siamo solo una voce tra le tante nel mare di internet e la chiave per sopravvivere è accettare che ciò che crediamo non è legge. Accettate il confronto (restando sempre leali e cortesi, ovviamente) perché è ciò che vi farà crescere, come blogger e, soprattutto, come persone!

Ecco qui! È tutto! Non mi restano che le nomine:

La Corte di Belial
Il mondo di Shioren
E se ti dicessi che…
Racconti dal passato
A Place For My Head
Book Addicted
Nascosta tra le righe
Leggimi Scrivimi

Lo so, non sono 15, però sono tutti blog e blogger che, per diverse ragioni, meritano di essere conosciuti e che mettono un grande impegno in ciò che fanno! Ve li lascio scoprire e adorare 😊

Buona giornata e buon weekend (per domani)!
Federica 💋

Tag: Serie TV

serie

Buongiorno a tutti 😊

Ricontrollando gli impegni mi sono accorta di avere qualche tag arretrato e mi son detta che era tempo di iniziare a smaltirli un po’ alla volta! Per questo, dedicato alle serie tv e inventato da maisenzamakeup, mi ha nominata Laura di Racconti dal passato. Grazie Laura ❤️ Aspetta da due mesi, ma alla fine ce l’ho fatta!

~ Le Regole ~

– Ringraziare/taggare chi vi nomina ed il creatore del TAG;
– Rispondere alle 10 domande del Tag;
– Nominate altri Blog (quantità libera)

~ Le Domande ~

1) La serie TV che a memoria ricordi di aver visto per prima:
Sono incerta tra Buffy – L’ammazzavampiriUna mamma per amica perché le guardavo entrambe nello stesso periodo… Diciamo che è un ex equo.

2) Le 3 serie che stai seguendo al momento:
Citarne tre è riduttivo, ma comunque… LuciferMarvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.Once Upon A Time.

3) I 2 personaggi maschili e femminili (con relativa serie) che hai più amato e quelli che hai più odiato:
Personaggi maschili amati: Ethan Chandler (Penny Dreadful) e Patrick Jane (The Mentalist)
Personaggi femminili amati: Vanessa Ives (Penny Dreadful) e Olivia Dunham (Fringe)
Personaggi maschili odiati: Joffrey Baratheon (Game of Thrones) e Ramsey Bolton (Game of Thrones)
Personaggi femminili odiati: Paris Geller (Una mamma per amica) e Amberle Elessedil (The Shannara Chronicles)

4) La serie TV più romantica che hai visto:
Serie esclusivamente romantiche non credo di averne viste, prediligo altri generi, però quella più romantica è sicuramente Penny Dreadful, perché in fondo racconta di una storia d’amore. Non vi dico quanto ho pianto guardandola…

5) Quale personaggio di serie TV avresti voluto essere:
Una qualsiasi compagna del Dottore in Doctor Who.

6) Le due serie famose che tu non guardi proprio:
The Vampire Diaries Grey’s Anatomy. Proprio non riescono a prendermi… Grey’s Anatomy l’ho abbandonata alla quarta stagione, credo, mentre l’altra dopo un paio di episodi.

7) I tre uomini più belli delle tue serie tv preferite:
Simon Backer da The Mentalist, Josh Hartnett da Penny Dreadful e Tom Hiddleston da The Night Manager.

8) Le 3 serie preferite di sempre:
Penny DreadfulOnce Upon A Time e Lucifer, anche se ce ne sarebbero molte di più!

9) Come dove e quando preferisci guardare le tue serie:
La sera a letto, generalmente, oppure la mattina a colazione, ma solo se ho interrotto un episodio a metà il giorno prima.

10) Quale serie ormai finita vorresti che ricominciasse?
Penny Dreadful!!! È stata durissima l’ultima stagione e ci sarebbe materiale per farne delle altre! Forse, tenendo le dita incrociate, c’è un progetto in tal senso. Lo spero davvero!

Ecco fatto! E adesso le nomine (se lo avete già fatto, perdonate!):

Alessia
Sara
Nascosta tra le righe
Le parole di Paola

Buona giornata a tutti!
Federica 💋

Di che mania sei?

 Buon pomeriggio 😊

Come state?

Io oggi chiacchiero un po’ delle piccole manie che, se conosciute da tutti, mi renderebbero una persona un po’… poco normale 😆 No, scherzo! Si tratta di un tag passatomi da Jessica di E se ti dicessi che e inventato da Rosa, il cui scopo è condividere tre (o più) manie che possediamo.

Le regole sono:
1. Menzionare l’ideatore e chi vi ha nominati

2. Citare 3 o più manie che vi riguardano
3. Nominare tre persone

Partiamo 😅

  • Ho la mania di sistemare i vestiti mentre li si indossa: se una manica non arriva perfettamente al polso, se un maglione/golfino/una maglietta/un qualsiasi capo d’abbigliamento si infili dalla testa è leggermente tirato su sulla schiena, se la gamba del pantalone si sposta più su della caviglia, allora mi trovo a rimettere tutto a posto prima che mi parta un embolo. E non solo su me stessa, ma anche (e soprattutto) sugli altri. La frase che uso forse più spesso è “Guarda che hai X tirato su”, e con X a indicare qualsiasi tipo di capo vi venga in mente…
  • Se vedo un cassetto o un’anta aperta, la chiudo. Sento quasi le dita fremere dalla voglia che ho di chiuderli… È più forte di me e proprio non riesco a trattenermi. A volte mi chiedo perché mai lasciare qualcosa di aperto se non serve… Mah…
  • Se creo una playlist musicale, la organizzo in ordine alfabetico per artista. Poi poco importa che imposti la riproduzione casuale, ma è essenziale che l’elenco sia dalla A alla Z, così se avessi bisogno di trovare un particolare brano o autore, so già dove trovarlo.
  • Piccola mania letteraria: segno l’anno su tutti i libri che leggo. Mi serve per tenere una lista (cosa che comunque faccio) di ciò che leggo nel corso dei 12 mesi, così se dovessi rileggerne uno, posso fare un confronto tra le impressioni della prima e della seconda volta.

Ora, le mie tre nomine sono Virginia, Sara e La luna è sotto casa 😊 Sono curiosa di conoscere le vostre manie!

Alla prossima
Federica 💋

Booktag – Giochiamo con i libri

Buongiorno 😊

Ecco che una nuova settimana ha inizio ed io avrei bisogno di un weekend per riprendermi dal weekend! Esatto, non ho riposato moltissimo negli scorsi due giorni e avrei bisogno di una pausa 😓 Però è Lunedì e si tiene duro aspettando il prossimo Venerdì!

Visto che la giornata non è partita con il piede giusto, provo ad aggiustarla proponendovi uno dei tanti tag arretrati, uno dedicato ai miei amatissimi libri ❤️
Come di consueto i ringraziamenti e questa volta vanno a Laura di Racconti dal passato 😘 Il tag consiste nel scrivere i 10 libri che vi sono rimasti nel cuore, in modo rapido e spontaneo, senza che sia una classifica, e poi nel nominare 10 persone affinché facciano altrettanto.

Ecco la mia lista:

  1. Da qualche parte suona un’orchestrina (in Ora e per sempre) di Ray Bradbury
  2. Le cronache di Narnia di C. S. Lewis
  3. I ragazzi della via Pál di Ferenc Molnár
  4. Harry Potter e il prigioniero di Azkaban di J. K. Rowling
  5. La setta degli assassini (Le guerre del Mondo Emerso Vol. 1) di Licia Troisi
  6. Se solo fosse vero di Marc Levy
  7. Pride and Prejudice di Jane Austen
  8. Il rosso e il nero di Stendhal
  9. Il ritratto di Dorian Grey di Oscar Wilde
  10. Tao Te Ching di Lao Tzu

E ora i favolosi 10 nominati:

  1. Luigi
  2. Clarissa
  3. Jessica
  4. Eleonora
  5. Una valigia di desideri
  6. Alessia
  7. Opinionista per caso 2
  8. Nascosta tra le righe
  9. Hogwarts is our home
  10. Isa

Spero vi faccia piacere di essere stati nominati e se qualcun altro vuole cimentarsi, sentitivi liberi di farlo! Anche con un piccolo commento 😄

Adesso vi lascio e torno al mio Lunedì improponibile… A presto!!

Federica 💋

I posti che… TAG

Oh finalmente è arrivato Sabato!!
Buondì 😊 Cosa farete oggi di bello?

Io credo che mi dedichererò alla scrittura e a cercare qualche immagine per una possibile copertina di Time Murder… Eh, sì, ormai mi ha preso il pallino di continuare la storia e non mi fermo più 😆

Per adesso però ho pensato di recuperare un tag che mi è arrivato in triplice nomina: il I posti che… TAG! Grazie a Iris&Periplo, LauraAlessiaThe Real Sadness e Tararabundidee per avermi pensata e nominata ❤️ E grazie a chi questo tag l’ha creato, neogrigio!

Queste le regole:

  • Riportare la foto del TAG
  • Citare l’ideatore del TAG
  • Ringraziare il blogger che vi ha nominato
  • Rispondere alle domande
  • Nominare 10 blog amici, soprattutto chi ama viaggiare, e avvisarli sulla loro bacheca, o comunque sincerarsi che abbiano ricevuto la nomination
  • Aggiungere tra i TAG “ I posti che TAG”
  • Inoltrare le vostre risposte al creatore del TAG, nominandolo come undicesimo o inoltrandoglielo per altra via.

Vi do già le nomine, così non mi dimentico 😊 => E se ti dicessi che… , Hogwarts is our home , Anna My World of Make-up e Visioni dal basso
Non siete dieci, perdonatemi, ma sapete che non vado d’accordo con le nomine 😅 il resto credo di averlo fatto tutto!

E ora il tag!! Il posto…

  1. … che porti nel cuore 
    Tutta la Toscana! Ho trascorso le vacanze della maturità in Toscana a girare e sono state le vacanze più belle che abbia mai fatto 😄

    Questo slideshow richiede JavaScript.

  2. … più divertente 
    Il Centre Pompidou a Parigi. Nel delirio post visita ci si è messi a parlare dell’inutilità di certe opere d’arte (perché ho sempre la brillante idea di visitare i musei con gli estimatori 🙄) e mio fratello, per dimostrarlo, ha pensato bene di accartocciare un pezzo di stagnola, appoggiarlo su un cestino e osservarlo come se fosse la più grande opera degli ultimi vent’anni – il tutto con i finti commenti intellettuali miei e di mio cugino. Fosse finita qui… Nel mentre in cui facevamo gli scemi, un visitatore ci è passato accanto e, assurdo ma vero, ha fissato la stagnola. In faccia gli si è letto “Ma che è un’opera del museo??”. Non vi dico quanto abbiamo riso appena se n’è andato 😂
  3. … più commovente 
    Il campo di concentramento di Mauthausen. Ormai sono passati dieci anni da quando l’ho visitato, ma ripensare a quell’esperienza mi fa ancora venire la pelle d’oca.
  4. … più deludente
    Sicuramente la residenza di Schönbrunn a Vienna. Non la ricordo come questa gran residenza, niente a che vedere con Versailles.
  5. … più sorprendente
    Verona. Prima di due anni fa non ci ero mai stata e è stata una bella scoperta!

    Questo slideshow richiede JavaScript.

  6. più gustoso 
    Firenze e la super cena fatta la prima sera che ho soggiornato là! Ho mangiato fino a scoppiare e chi era con me se lo ricorda benissimo, perché io di solito mangio veramente poco… La ricordo davvero come una città in cui si mangia benissimo.
  7. … che ti ha lasciato un ricordo particolare
    Sicuramente Berlino, perché è una città in cui ci si può sentire avvolti dalla storia a ogni passo. La prima foto è il monumento i memoria dell’Olocausto, mentre l’altra è una torretta di controllo che sorvegliava il muro tra Berlino Est e Ovest.
    DSCN2855DSCN2945
  8. … più romantico
    Non saprei… Davvero… Forse il Trocadero a Parigi, il piazzale da cui si vedono i giardini e la Tour Eiffel, ma non perché mi sia successo qualcosa di romantico…
  9. … che ti piacerebbe rivedere 
    Londra, Londra e ancora Londra!! Vorrei proprio trasferirmici perché è una città che adoro e che mi ha fatta sentire libera.

    Questo slideshow richiede JavaScript.

  10. … dove vorresti andare
    Mmm… Dublino e in generale l’Irlanda. Insieme a Londra, è uno dei posti che più vorrei visitare e in cui vivrei volentieri. All’Irlanda mi sento particolarmente legata, non so nemmeno perché, ma sento che è una terra molto affine a come sono fatta io… Spero sia chiaro come pensiero 😅 E poi New York, perché è qui che ho ambientato il mio libro e vorrei davvero andarci!

Ecco fatto!!! Spero vi siano piaciute le mie risposte 😊  e adesso si va a scrivere!!

Vi auguro un buon Sabato!
Federica 💋


Cliccando sul link sottostante potete partecipare all’On Rainy Days Contest e vincere uno dei premi in palio!

a Rafflecopter giveaway